in

Scomparsa ad Alzate, Cinzia Parpagiolla è morta: suo il cadavere trovato al Segrino

Cinzia Parpagiolla scomparsa ad Alzate news: è suo il cadavere trovato al Segrino una settimana fa. Il timore paventato dal marito e gli altri familiari della donna ha poco fa trovato tragica conferma. Il cadavere, tanto era decomposto, non ha permesso ai parenti della 52enne di effettuarne il riconoscimento. C’era tuttavia un indizio che collegava il rinvenimento del del corpo con la signora Cinzia, di cui si erano perse le tracce lo scorso 22 giugno. Anzitutto la sua Opel Agila, trovata parcheggiata proprio nei pressi del Lago Segrino, in secondo luogo la fede in oro che quel corpo senza vita portava al dito.

Ebbene, prima l’esame autoptico poi l’anello hanno confermato che sì, come temuto dagli stessi familiari il giorno stesso del ritrovamento, quel corpo senza vita in avanzato stato di decomposizione è di Cinzia Parpagiolla. Il cadavere della donna era stato rinvenuto in un canneto, in un punto difficilmente raggiungibile del Segrino. In quella zona da giorni si stavano svolgendo le ricerche da parte dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco impegnati nelle sue ricerche da oltre 20 giorni. Ieri pomeriggio durante lo svolgimento della autopsia la fede nuziale ha rivelato l’amara verità: all’interno dell’anello c’erano infatti scritti i riferimenti al matrimonio che hanno confermato l’identità di quel corpo. La salma di Cinzia è stata restituita ai parenti ed è stato dato il nullaosta per il funerale.

Potrebbe interessarti anche: Matteo Scomparso a Roma: pochi mesi fa aveva stravolto la sua vita, ipotesi causa allontanamento 

Cinzia la mattina del 22 giugno disse al marito Giuseppe che sarebbe dovuta andare dal parrucchiere “per una piega veloce” al Centro Commerciale che dista 5 minuti d’auto dalla loro abitazione. Un’oretta al massimo, ma da quel momento ne passarono due e più e Giuseppe iniziò a preoccuparsi; provò a contattarla al cellulare con un messaggio ma il telefono di Cinzia risultava spento e, poi lo hanno rivelato le indagini dei carabinieri, quella mattina dal parrucchiere non arrivò mai e al centro commerciale non la vide nessuno. Da quel momento i familiari fecero denuncia di scomparsa  si rivolsero anche a Chi l’ha visto?. Partirono le ricerche, terminate con il tragico epilogo di oggi.

Ivan Zaytsev pallavolo docufilm

Ivan Zaytsev, presentato il docufilm “Ivan: lo Zar della Pallavolo”

MATTEO SALVINI VOLO DI STATO

Open Arms, Salvini contro le ONG: “Bugie e insulti, sono solo fake news”