in ,

Scontro treni in Puglia, Emiliano: “Le vittime sono 23, solo una ancora da identificare”

Il governatore della Puglia, Michele Emiliano, poco fa ha ufficializzato il bilancio della vittime della immane tragedia ferroviaria consumatasi ieri nelle campagne tra Andria e Corato: sono 23 – e non 27 come invece si era detto fino a qualche ora fa – le persone che hanno perso la vita nella collisione tra i convogli, 52 i feriti, 24 dei quali ancora ricoverati e 8 in prognosi riservata. Non risultano dispersi.

Ventidue di esse già identificate dai rispettivi familiari, una 23esima non ancora reclamata dai parenti. Lo si è appreso durante la conferenza stampa al policlinico di Bari tenuta dal governatore pugliese e dal medico legale Franco Introna. La salma ancora senza un nome stando alle indiscrezioni apparterrebbe ad un uomo sui 55 – 60 anni, con tratti somatici che farebbero pensare ad un italiano.

Intanto la procura di Trani porta avanti le indagini per omicidio colposo plurimo e disastro ferroviario a carico di ignoti. Si ipotizza l’errore umano: sotto accusa il binario unico della tratta in cui è avvenuto l’incidente, priva di sistemi automatici di sicurezza e regolata esclusivamente dal sistema arcaico e obsoleto del cosiddetto ‘blocco telefonico’ non in grado di garantire la sicurezza al trasporto ferroviario. Costituito un pool di inchiesta: 5 i pm al lavoro per far luce sul disastro.

Strage Puglia, Francesco Sole gossip: la star dei post-it attaccata sul web, ecco cosa è successo

Lebron James Liverpool

Lebron James al Liverpool: “Vorrei giocare contro Chelsea e Milan”