in

Scoperto il gene della fame: procura appetito e rallenta il metabolismo

Fame nervosa, interruttori dell’appetito, metabolismo rallentato, etc… Il banco degli imputati per il sovrappeso è davvero affollato. E non potrebbe essere altrimenti, visto le tantissime persone che soffrono di obesità in tutto il mondo.

Al corposo numero delle cause se ne aggiunge una che sembra includerne diverse già note, quali l’aumento dell’appetito e il metabolismo pigro. Si tratta di un “gene della fame” e a scoprirlo sono stati gli studiosi della Cambridge University (Gran Bretagna) i cui meccanismi sono stati anche illustrati sulla rivista Cell. Non solo. Gli studiosi sembrano aver trovato anche una possibile cura.

obesità infantile

Il più accademico nome del gene è il KSR2 e i ricercatori hanno scoperto, esaminando circa 2100 persone, che in quei soggetti nei quali questo gene risultava modificato, l’appetito era frequente e il metabolismo era più rallentato, cioè bruciavano un quantitativo inferiore di calorie rispetto a coloro che presentavano il gene senza variazione. Ovviamente, non si può attribuire a tale modificazione genetica tutta la colpa di una linea rotondetta. Sicuramente, come fa notare il responsabile della ricerca, prof. Sadaf Farooqi, “un’alimentazione migliore e l’attività fisica aiutano a tenere sotto controllo il peso” ma nonostante ciò, in diversi casi i risultati continuano ad essere negativi per causa, l’appunto, anche a questo tipo di fattore genetico.

La cura che gli scienziati hanno individuato  potrebbe venire dalla metformina. Si tratta un principio attivo già ampiamente utilizzato nella  cura dei pazienti diabetici, in grado di ridurre l’ossidazione di quegli acidi grassi nelle cellule che presentano il gene KRS2 modificato.

Gli scienziati si stanno già muovendo in tal senso e far diventare le loro scoperte una ulteriore cura, per combattere l’obesità da più fronti.

Seguici sul nostro canale Telegram

Redbull

Gran Premio F1 d’India 2013 differita

Anticipazioni Iris 28 ottobre, Roman Polański e il suo Carnage