Menu
in

Scorta Roberto Saviano, Matteo Salvini tuona: “Valutiamo se toglierla”

Matteo Salvini si scaglia contro Roberto Saviano. Sulla scorta allo scrittore napoletano “saranno le istituzioni competenti a valutare se corra qualche rischio, anche perché mi pare che passi molto tempo all’estero. Valuteranno come si spendono i soldi degli italiani. Gli mando un bacione”, ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini ad Agorà su Rai Tre. Sulla questione ius soli posta da Saviano, Salvini ha detto: “Siamo il Paese europeo che sta dando più cittadinanze in assoluto, ma Saviano lo ignora. Allargare ulteriormente la concessione di cittadinanze sarebbe il caos”.

Leggi anche: Tutte le news sul mondo della politica italiana

Questione migranti, vertice a Bruxelles: l’annuncio di Salvini

Domenica ci sarà un vertice a Bruxelles per discutere sulla questione migranti. Matteo Salvini, a Porta a Porta, ha sottolineato: “Se andiamo a Buxelles per avere il compitino già scritto da Francia e Germania, se pensano di mandarci altri migranti invece di aiutarci, allora non andiamo nemmeno, risparmiamo i soldi del viaggio […] Spero che Conte vada a far valere le nostre ragioni, ma l’Italia non è più scontata, il popolo italiano non è più in vendita.”

Rapporti Italia – Austria, per Salvini sono ottimi

Oggi Salvini ha incontrato il vicecancelliere austriaco Heinz Christian Strache e il ministro dell’Interno Herbert Kickl con i quali, dice, c’è piena sintonia. Su Facebook, infatti, dopo l’incontro ha scritto: “Grande sintonia con il vicecancelliere Strache e il ministro dell’Interno Kickl incontrati oggi a Roma. Contiamo molto sul semestre di presidenza austriaca dell’Unione Europea per cambiare le regole dell’immigrazione e dell’asilo in modo che siano a vantaggio dei pochi e veri rifugiati. Un’immigrazione di massa e senza controllo danneggia chi scappa veramente dalla guerra e non è utile né agli italiani, né agli austriaci, né ai ragazzi africani e asiatici che cercano un futuro migliore.”