in

Scrivilo sul Pirellone, contro la giunta di Maroni i tweet più divertenti

Fossi l’Enel ve staccherei la luce #scrivilosulPirellone” e ancora “Famiglia è dove c’è amore. No al #FamilyDay, no all’ipocrisia #scrivilosulPirellone #WelcomeHistory”, “Fuori dai Maroni #scrivilosulPirellone”. Sono solo alcuni dei post pubblicati sui social per rivendicare il diritto alle unioni di persone del medesimo sesso approvato dalla legge Cirinnà. A differenza della Slovenia, dove per la seconda volta hanno vinto tramite referendum popolare coloro che chiedevano il non riconoscimento delle unioni omosessuali (e soprattutto il divieto sulle adozioni da parte di genitori dello stesso sesso), l’Italia si adeguerà in parte al disegno di legge approvato in Irlanda, Stato che già nel maggio dello scorso anno ha dato il via libera ai matrimonio gay.

Com’era già stato più volte ribadito nei giorni precedenti la Regione Lombardia, Veneto e Liguria, guidati tutti dal centrodestra, si opporranno alla decisione presa dal Governo Renzi. Nella giornata di ieri, la giunta regionale ha infatti deciso, in segno di protesta, di spegnere le luci del Pirellone a favore della scritta “Family Day”, apparsa nella parte alta dell’edificio.
Le proteste sul web si sono fatte così più accese tanto da diventare un trend tra i più citati sui social. Non sono infatti mancati i meme e divertenti sfottò in tema.

Tra i personaggi di spicco del mondo dello spettacolo, ha ricevuto più di 33,200 like, il post su Instagram del cantante e giudice di X-Factor Mika. Quale sarà ora la risposta del consiglio comunale dopo questa pioggia di insulti?

Photo Credit: 

Il segreto anticipazioni 24 – 31 gennaio: Conrado non è padre di David, il piano di Alicia

Risultati finali e classifica Serie B

Serie B 2015/2016 23^ giornata: risultati finali e classifica aggiornata