in ,

Scuola, addio alle merendine: nelle macchinette solo prodotti sani

Da tre parlamentari del Pd, Massimo Fiorio, Luigi Dallai e Umberto D’Ottavio arriva una proposta di legge rivolta a migliorare la qualità dei prodotti offerti nei distributori automatici nelle scuole in risposta ai dati provenienti da Ministero della Salute, Iss e Miur che mostrano una situazione italiana relativa all’alimentazione di bambini e ragazzi non particolarmente buona:  il sovrappeso è molto più diffuso che negli altri Paesi europei, con percentuali anche del 25% per determinate fasce di età come quella tra gli 8 e i 10 anni. E in parte questo è dovuto anche alla facilità con cui a scuola, con qualche moneta, si può avere accesso a merende poco salutari quali “alimenti e bevande contenenti un elevato apporto di acidi grassi saturi, acidi grassi trans, zuccheri semplici aggiunti, sodio, nitriti e nitrati utilizzati come additivi, dolcificanti, teina, caffeina, taurina” come si legge nel testo della proposta di legge.

Nel testo assegnato alla commissione Affari Sociali che sarà incardinato ad ottobre si propone invece di portare nelle scuole alimenti sani e legati alla tradizione tutta italiana della dieta mediterranea: frutta fresca e yogurt, frutta secca e tanti snack ricchi di energia e di grassi buoni per dare la possibilità a bambini e ragazzi di imparare a scegliere cibi più sani per la propria alimentazione. L’esclusione degli alimenti finora nelle macchinette presenti a scuola non è comunque l’idea dei promotori della legge che sono invece intenzionati a far coesistere i due tipi di prodotti affinché bambini e ragazzi imparino a scegliere cosa è meglio per loro.

Una proposta che piace anche al ministro dell’Istruzione Stefania Giannini intenzionata ad inserire nel programma di bambini e ragazzi anche l’educazione alla salute che dovrebbe aiutarli a comprendere meglio l’importanza di un’alimentazione sana, del movimento e di come il modello italiano sia leader in questo.

Champions League sorteggio gironi

Champions League, sorteggi preliminari: ecco come è andata per la Roma

zuckerberg

Facebook news Feed, aggiornamento interfaccia: dalla guerra al clickbating al nuovo design delle pagine, tutte le novità del Social Network