in ,

Scuola, tutti i divieti dei presidi: dai capelli blu alla minigonna

Sul sito Skuola.net sono stati pubblicati tutti i divieti dei presidi per una scuola più vivibile. E così non è vista di buon occhio la fata turchina: è, infatti, molto recente la notizia del divieto di partecipare alle lezioni di una giovane con i capelli colorati di blu, presso un istituto paritario di suore salesiane a Barletta. La ragazza ha denunciato il fatto ai carabinieri e ha deciso di prepararsi a casa per gli esami di maturità. Altro no, molto discusso, é quello sui capelli a cresta e sui piercing, il preside di una liceo Artistico di Quartu in provincia di Cagliari ha vietato agli alunni look troppo appariscenti  così i ragazzi per potere partecipare alle lezioni dovranno rinunciare in aula a dilatatori, anellini e brillantini al naso. Il no riguarda anche alle creste sulla testa sostenute da massicce dosi di gel, per questi look i ragazzi potranno sbizzarrirsi il sabato sera. Per le ragazze è vietata la minigonna e gli shorts pants, messi al bando da presidi e insegnanti. A questo proposito è passata alla storia la circolare della preside di Milano che nel 2012 proibì di indossare “mini e micro gonne, pantaloni corti o canottiere e consimili. La scuola non è né una palestra di aerobica né un lido marino”. Secondo la preside a scuola ci si deve recare vestiti come “ad un colloquio di lavoro in  cui venga richiesta bella presenza, buona educazione, capacità di relazionarsi e comunicare”.

Divieto contestatissimo è quello che proibisce baci, abbracci ed effusioni varie. Questa volta il divieto non è dettato dalla salvaguardia del “buon costume”, ma per una pura questione igienica. Nel 2009 detto divieto era contenuto in una circolare del preside di allora del liceo Newton di Roma, nel periodo di diffusione dell’influenza suina. non essendo certi del come poteva avvenire il contagio: niente baci. A Sanremo, all’istituto  professionale per il commercio e il turismo, il preside ha vietato non solamente gli “abiti sconvenienti“, con scollature eccessi e è strappi inopportuni, ma anche vietato le gomme da masticare. prima di entrare in classe.

In alcune scuole è vietato al personale di prepararsi il caffè. All’Isis di Quarto, la preside ha predisposto per “tutelare la sicurezza del personale, é fatto divieto di preparare il caffè all’interno della scuola e di utilizzare fornelletti ad alimentazione a gas o elettrica. L’inosservanza del divieto sarà oggetto di sanzione disciplinare”.  Una misura non eccessiva alla luce dell’incendio divampato al policlinico Umberto I di Roma, il 12 dicembre scorso, a causa della dimenticanza di una caffettiera lasciata sul fuoco nella sala del personale. per sedare le fiamme sul posto sono dovuti intervenire quattro mezzi dei vigili del fuoco.  Quindi nella pausa caffè meglio andare al bar.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

elena ceste ultime news chi l'ha visto?

Elena Ceste ultime notizie a Domenica Live: è certo che Michele abbia letto gli sms della moglie

Trono Classico Andrea Cerioli e Sharon Bergonzi

Uomini e Donne news: la decisione di Sharon Bergonzi