in

Nature stila le 9 bufale pseudo scientifiche a cui si crede: dall’omeopatia al cervello

I miti, si sa, sono duri a morire. Esistono diversi studi psicologi nei quali viene messo in auge quanto sia difficile riuscire a sfatare una credenza popolare. Negli Stati Uniti hanno portato avanti persino un esperimento: la prova consisteva nell’esporre la popolazione, soprattutto quella con prole, a messaggi informativi sull’utilità della vaccinazione in età pediatrica. Nonostante le nozioni si basassero su prove scientificamente valide, le persone hanno continuato a credere con più fermezza alla nocività dei vaccini. Quali sono i 9 miti della scienza ai quali tutti ancora credono, nonostante siano falsi? La rivista Nature li ha classificati.

La diagnosi precoce salvavita è sempre efficace per ogni tumore: lo screening regolare è efficace solo per alcuni tipi di tumore, come quello al polmone o al colon e non esistono studi che confermino il contrario.

Gli antiossidanti fanno bene, mentre i radicali liberi causano l’invecchiamento: questa credenza risale a una teoria del 1945. Nuovi studi effettuati dai primi anni del 2000 hanno dimostrato che assumere antiossidanti, come integratori, vitamina C e via dicendo, non allunga la vita. Il mercato di questi prodotti continua comunque a tenere banco.

Gli esseri umano hanno un cervello più grande rispetto a quello degli altri animali: anche questa credenza è falsa. In realtà è sette volte più grande rispetto a quello degli animali della sua stessa taglia, per delfini, uccelli e topi vale la stessa proporzionalità.

È più facile apprendere se si segue una strategia preferita: falso. I pochi studi effettuati sull’argomento hanno evidenziato che non si trae alcun beneficio dall’apprendere nozioni basandosi su uno stile preferenziale. I risultati, infatti, non variano.

La popolazione umana crescerà a dismisura e questo provocherà carestia e povertà: Falso. Questa credenza risale a un reverendo di nome Thomas Malthus nel lontano 1798, il religioso affermava che la crescita esponenziale della popolazione avrebbe comportato fame e carestia. Il fatto è che la popolazione mondiale non sta crescendo esponenzialmente. In questo momento la popolazione mondiale sta crescendo a un tasso che è la metà di quello registrato nel 1965.

L’omeopatia è efficace come la normale medicina: falso. I prodotti omeopatici si basano su un assunto: prendere un principio attivo di un dato medicinale e diluirlo. Si può facilmente intuire che, diluendo troppo un determinato principio attivo il suo effetto sull’organismo non avrà luogo. Inoltre molti studi hanno sfatato questo mito più volte.

I vaccini causano l’autismo: falso. Tutti gli studi effettuati in merito a questa possibilità hanno sfatato la correlazione fra autismo e vaccinazione in età pediatrica. È stato scoperto, tra l’altro, che i dati relativi alla tossicità dei vaccini erano stati contraffatti da un medico inglese che in seguito è stato radiato dall’albo.

Il cervello non è legato al sistema immunitario: falso. Il cervello è un organo come gli altri e può essere infettato, per questo è dotato di cellule immunitarie. Inoltre, recenti studi hanno scoperto un collegamento linfatico che lega il cervello al sistema immunitario.

Il paracetamolo agisce attraverso meccanismi noti: falso. Nonostante il suo ampio utilizzo, non si conoscono perfettamente i suoi meccanismi di azione sull’organismo, stessa cosa vale per farmaci analoghi.

Photo Credit: Portogas D Ace/Shutterstock.com

uomini e donne over Gemma Galgani

Uomini e Donne trono over: lo sfogo di Gemma su Facebook

Manchester United Van Gaal esonerato

Manchester United, esonerato Van Gaal: si attende l’ufficialità