in

Sean Penn a C’è posta per te 2015: regalo per mamma Letizia

Ieri sera la nuova stagione di C’è posta per te ha avuto l’onore e il grandissimo piacere di ospitare il due volte Premio Oscar come migliore attore Sean Penn, volato da oltre oceano per lenire le sofferenze di una famiglia devastata da un grave lutto. Maria De Filippi, da esperta padrona di casa, escogita un divertente giochino per intervistare la star hollywoodiana, che risponde ad alcune domande a seconda degli oggetti che pesca da un sacchetto: gli spettatori italiani vengono così a sapere che Penn non usa molto il cellulare, è geloso della sua privacy e preferisce stare dietro ad una cinepresa piuttosto che davanti. Una volta terminate le presentazioni, fa il suo ingresso il 19enne Angelo, figlio di Letizia, una donna sconvolta dall’improvvisa e tragica perdita del marito appena 50enne.

La storia di questa famiglia, straziata dalla morte del padre Massimo mancato a causa di un tumore al fegato fulminante, commuove tutto lo studio: il giovane chiede perdono alla madre per essersi chiuso in se stesso e non essere stato forte per entrambi. Ora Angelo però ha trovato un lavoro, contribuisce alle spese della famiglia e dice a Letizia che insieme ce la possono fare: “Prima ci pensava papà a te, adesso ci penso io”.

Sean Penn è toccato dalla commuovente lettera del figlio alla madre sconvolta e la consola dicendo che “La lettera di tuo figlio mi ha fatto pensare ad una cosa che mi hanno detto quando è morto mio fratello: ‘quando il cuore si spezza, si apre anche: e tu hai un figlio con un grande cuore aperto”.  Poi le fa un regalo: “Ci sono alcuni libri che sono per noi preziosi, perchè impieghiamo molto tempo a leggerli e ad assorbirli, ma quando uno ha dentro un romanzo che è la propria vita, ha bisogno di un libro breve e incisivo” e le mette in mano una scatola.

Pippo Inzaghi

Milan news Inzaghi: “Il problema non sono io” e Galliani manda tutti in ritiro

riforma pensioni 2016 flessibilità, esodati , pensione anticipata

Inps news: per lavoratori autonomi e partite Iva novità in vista prima della loro fuga all’estero