in

Segregato nello stanzino dalla matrigna: bambino di 5 anni ridotto alla fame

Le favole ci insegnano da sempre ad avere in antipatia le matrigne, ma questa purtroppo è la classica storia in cui la realtà supera di gran lunga la fantasia. Tammi Bleimeyer, 37 anni, farebbe impallidire la stessa Grimilde o Lady Tremaine. La donna è stata condannata a 28 anni di carcere per aver portato quasi a morire di fame il suo figliastro. Dietro le sbarre, forse la perfida matrigna avrà modo di riflettere su quanto ha fatto e sconterà la pena per i soprusi compiuti verso un bambino di soli cinque anni. Sevizie senza limiti, una vicenda di inaudita ferocia. 

Una matrigna capace di far impallidire Grimilde

Tammi Bleimeyer, la più terribile delle matrigne, costringeva il piccolo Jordan, figlio del suo nuovo marito, a indossare un pannolino e lo rinchiudeva in un sottoscala pieno di fili e chiodi sporgenti, che la donna aveva ribattezzato «la stanza di Harry Potter». Di magico però c’è ben poco in questa storia. Tant’è che a salvare il bambino non è arrivata la lettera dalla scuola di Hogwarts, ma le forze dell’ordine. La polizia, infatti, ha posto fine alle terribili barbarie che era costretto a subire il povero Jordan. Sotto shock, gli agenti hanno trovato il piccolo in condizioni pietose: il bambino di 5 anni pesava solo 29 libbre, circa 13 chili. I medici, che lo hanno visitato, hanno paragonato la sua denutrizione a quella di un sopravvissuto dell’Olocausto. Davvero incredibile fin dove possa arrivare la cattiveria. 

Pur di assecondare la compagna, il padre avrebbe drogato il figlio

La drammatica vicenda è stata scoperta a marzo del 2014 a Spring, nello stato americano del Texas. Tammi Bleimeyer, madre di ben sette figli, aveva ridotto alla fame il figlio del suo secondo marito, Bradley, anche lui condannato a 15 anni di carcere. Il piccolo era ridotto a pane e acqua. Se questi impiegava più del dovuto a mangiare, gli veniva tolto anche quel poco che aveva nella ciotola. Secondo quanto emerso dalle prime indagini, il padre naturale del bambino, pur di assecondare la nuova compagna, avrebbe anche drogato il figlio, per mantenerlo quieto, soprattutto quando in casa c’erano ospiti.

28 anni di carcere per la perfida matrigna

Ad avvertire le autorità locali è stato uno dei fratellastri di Jordan, che all’epoca aveva 16 anni. Forse il solo ad aver alzato la testa di fronte alla prepotenza di una donna tanto crudele. Gli altri sei figli di Tammi Bleimeyer, in lacrime, hanno ascoltato la lettura della sentenza: ora sono stati affidati ai servizi sociali.

leggi anche l’articolo —> Bambino di 15 mesi respinto da una pubblicità perché ha la sindrome di Down: oggi è una star sui social

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Nuovo Cinema Paradiso: anche a Rimini il negozio che ha “sposato” moda e cinema

Fatturazione elettronica: miglioramenti dell’efficienza, riduzione dei costi