in

Segreti e delitti: le rivelazioni di Michele Misseri

A quanto diffuso da Mediaset questa sera nel programma “Segreti e delitti” sarà diffusa la registrazione di uno dei colloqui che Michele Misseri, nell’estate 2013, ha avuto con la psicologa consulente della difesa Annamaria Casale. In essa dice che quand’era piccolo ha subito delle violenze non da suo padre ma da un suo cugino che ormai è morto. Ha subito abusi sessuali e solo a pensarci ancora oggi prova dolore e non l’ha mai detto a nessuno.delitto di avetrana

La moglie Cosima Serrano e figlia Sabrina sono state condannate in primo grado all’ergastolo per l’uccisione di Sarah Scazzi e non erano a conoscenza di questo retroscena mai confessato. Non ricorda quante volte sia successo ma di sicuro svariate. Aggiunge poi che veniva legato sotto un albero per delle ore: quel famoso albero di fico sotto il quale voleva lasciare Sarah perché quell’albero nascondeva troppe cose. Ricorda inoltre che il più delle volte la madre gli portava da mangiare di nascoso e poi veniva regolarmente malmenata dal marito.

Tra l’altro Michele racconta alla psicologa di aver sognato Sarah e di aver cercato di tirare fuori dal pozzo il cadavere ma non c’è riuscito perché troppo stretto. Alla fine parla della sua responsabilità nell’uccisione della nipote. Ricorda di aver preso la corda, però non ricorda quanti giri intorno al collo ha fatto e neanche quanto ha stretto. Rammenta solo che aveva in mano quella corda quando è suonato il cellulare, stava in piedi davanti a lui, la tenevo e poi si è accasciata senza nessun gemito, niente di niente.

ultime notizie berlusconi

Valeria Marini smentisce l’assunzione di Ruby nel suo ristorante: “Non ho nulla a che fare con lei”

Mercedes

F1: Nico Rosberg si è sposato con la storica fidanzata