in

Selcom: 770 posti di lavoro a rischio a Bologna e non solo

Sono ore molto calde quelle che la Selcom, azienda di Bologna che produce schede elettroniche e sistemi di automazione per clienti famosi come Tetrapak, Bosch e Toyota, sta vivendo. Sono ben 770 i posti di lavoro a rischio di cui 360 a Bologna, 110 a Palermo, 290 a Belluno e 10 a Milano. Durante un confronto richiesto dalla Fiom sulla situazione del gruppo, infatti, sono emersi problemi finanziari piuttosto seri.

L’azienda Selcom stessa avrebbe telefonato ai delegati sindacali dicendo: ‘A settembre non siamo in grado di pagare tutto lo stipendio, ai dipendenti verrà versato un anticipo di mille euro e poi il saldo dopo una settimana’. Di conseguenza, anche se nel primo semestre dell’anno c’è stato un miglioramento del conto economico, ciò non sarebbe sufficiente a garantire il futuro degli stabilimenti.

Ecco perché, secondo quanto fatto sapere da Fiom, adesso è ‘indispensabile l’impegno del governo, delle istituzioni, delle banche e di tutti i soggetti per provare a salvaguardare un patrimonio industriale, professionale, tecnologico e occupazionale‘. I 770 posti di lavoro attualmente in Selcom sono parecchio a rischio. I dipendenti attendono con ansia un responso il più definitivo possibile.

RIMANI AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS DI LAVORO CON URBANPOST

Written by Giuseppe Cubello

Studente all'Università Magna Graecia di Catanzaro. Innamorato dello sport. Sogno di diventare presto giornalista pubblicista.

Castelli in Romania offerte in Europa per il 1° novembre 2016

Ponte 1° novembre 2016: dove andare? 3 offerte economiche in Europa per un viaggio unico

Paralimpiadi Rio 2016 programma gare

Paralimpiadi Rio 2016 programma gare 10 settembre: orario diretta tv e streaming gratis