in ,

Selfie con il morto: infermiera licenziata e accusata di omicidio

Nell’ospedale Umberto I di Lugo, in Romagna, in seguito al decesso della signora Rosa Calderoni, avvenuto misteriosamente l’8 aprile scorso, la Procura ha aperto un’indagine per cercare di far luce sulla vicenda, giacché la 78enne entrò in ospedale per un banale malore e ne uscì cadavere qualche giorno dopo. Ad insospettire il direttore sanitario della Ausl di Romagna, l’ingente numero di decessi ospedalieri dall’inizio del 2014: 38 persone morte, tutte nello stesso reparto (vedi articolo).Ospedale di Lugo indagine per omicidio

Sotto accusa dalla prima ora un’infermiera del reparto, che somministrò un’iniezione di potassio rivelatasi letale per la paziente diabetica di 78 anni. La procura della Repubblica di Ravenna in questi mesi ha continuato a lavorare sul caso del presunto assassinio, e nel frattempo i sospetti sull’infermiera si sono consolidati a tal punto che l’azienda sanitaria ha deciso per il suo licenziamento, lunedì scorso 28 giugno.

Su di lei nuove gravi accuse, emerse durante le indagini: una foto macabra nel suo cellulare risalente ai mesi scorsi, che la ritrae in posa accanto ad un cadavere di un paziente appena deceduto. “Si tratta di due immagini, e posso assicurare che in tanti anni di carriera di foto scioccanti ne abbiamo viste, ma come queste poche”, ha dichiarato con sgomento il procuratore capo di Ravenna Alessandro Mancini, che assieme alla pm Angela Scorza si sta occupando del caso.

dissidenti pd Jobs act

Renzi: “L’Italicum diventerà legge”

russia sanzioni germania

Ucraina, Sigmar Gabriel: il ministro dell’economia tedesco si aspetta sanzioni immediate contro la Russia