in ,

Selfie con sorriso ad Auschwitz: il popolo di Twitter la copre di insulti

Sorridere felice in una posa da selfie e sullo sfondo il campo di concentramento di Auschwitz, luogo di morte e orrore in cui il regime nazista umiliò, torturò e uccise migliaia di ebrei. No, non è uno scherzo di cattivo gusto ma un’orrida realtà.Auschwitz

La protagonista del macabro autoscatto è Breanna Mitchell, che il 20 giugno scorso si trovava in Polonia e ha pensato bene di recarsi ad Auschwitz e fare un selfie per poi pubblicarlo su Twitter. La sua foto in brevissimo tempo ha generato quasi 4mila retweet, la maggior parte dei quali carichi di critiche ed insulti. Il suo gesto non è passato inosservato e ha generato uno strascico di polemiche di cui si è occupata anche la stampa. “Il campo di concentramento di Auschwitz non è un posto per mostrare la propria vanità “, ha twittato un utente indignato; “Come puoi essere felice in questa foto? Non sai degli orrori e degli omicidi che sono avvenuti in questo posto? Io piangerei”, ha commentato un altro.

Breanna, entusiasta per il clamore mediatico ottenuto, domenica scorsa in un ritweet ha scritto una frase che lascia senza parole: “Ora sono famosa”. Riguardo all’idea di scattarsi un selfie proprio nel campo di concentramento, la giovane ha detto di averlo fatto in memoria di suo padre, morto un anno fa, con il quale studiò l’Olocausto.

Italia 2065 Demografica

Gang di rom polacchi: aumentano a 39 gli indagati truffatori di anziani, 32 già arrestati

padova roma libri di scuola web

Libri scuola online: gli acquisti migliori a Roma e Padova