in

Selvaggia Lucarelli Facebook: difende Gianni Morandi e zittisce Giuseppe Grasselli

Selvaggia Lucarelli, giornalista e nota opinionista, nella Stanza Selvaggia di Radio m20 ha “sbranato” un altro “Leone da Tastiera” e aspirante candidato Sindaco con la Lega Nord a Canossa. Che cos’è successo e perché intervenire con una telefonata a Stanza Selvaggia? La Lucarelli lo ha spiegato nella sua pagina ufficiale di Facebook, dove ha voluto rendere partecipi anche i suoi fan, dimostrandosi totalmente a favore dell’atteggiamento scelto e usato da Gianni Morandi nei confronti dei migranti.

Selvaggia Lucarelli ha spiegato passo per passo le dinamiche di alcuni messaggeri che si sono manifestate nei suoi confronti e in quelli di Morandi, scrivendo: “Ieri Gianni Morandi è stato ricoperto di insulti per avere espresso solidarietà ai migranti. Lo stesso è accaduto a me e a molti altri. Io però non sono Gianni Morandi. Se uno mi scrive p****na solo perchè ho ancora un briciolo di umanità, magari lo chiamo al telefono“, e allora cos’ha fatto la Lucarelli?

Nella Stanza Selvaggia ha alzato il telefono e ha chiamato la persona in questione. Di chi si tratta? “Non posso farlo con tutti, ma magari se scopro che quel qualcuno rischia di diventare il sindaco di Canossa con la Lega Nord (pare sarà l’unico candidato) allora lo chiamo. Nello specifico il quasi candidato sindaco Giuseppe Grasselli (su cui mi auguro che Matteo Salvini e Canossa riflettano un bel po’), sotto a un mio post condiviso sulla bacheca di “Sei della Lega Nord se…” (11 000 iscritti), ha scritto a me “ZITTA P*****A”. Bene, l’ho chiamato a sorpresa. E sentite cosa ha detto“; nella Stanza Selvaggia si può sentire tutta la conversazione.

Giovanni Lo Porto morto in Pakistan

Giovanni Lo Porto ucciso per errore da un drone americano, ecco chi era

Calciomercato Inter Zukanovic

Calciomercato Lazio: si allontana Zukanovic, va all’Inter