in

Selvaggia Lucarelli, Facebook: “Gli Schettino esistono anche a terra”

Selvaggia Lucarelli, sempre senza peli sulla lingua e senza porsi alcun problema di esprimere liberamente e pubblicamente il proprio pensiero, in un post di oggi, 24 febbraio 2015, scritto sulla sua pagina ufficiale di Facebook, ha parlato di un tipo di mancanza di rispetto verso le persone e di devozione altruista in chi esercita il proprio lavoro, arrivando a dire: “Gli Schettino esistono anche a terra”. A che cosa si riferiva la Lucarelli con questa espressione?

Selvaggia Lucarelli si riferiva alle telefonate avvenute tra medico ed operatori del 118, a Catania, prima che la piccola Nicole morisse, e ha commentato, scrivendo: “Una neonata sta morendo e un operatore, con la flemma di chi stava mangiando un arancino in santa pace, liquida il medico con i suoi mirabolanti vabbè. Il medico stesso che pare tutto tranne un uomo di polso, anziché prendere e caricare la bambina nell’ospedale più vicino (il pronto soccorso è obbligato a soccorrere) se ne sta lì a perdere tempo con impiegati indolenti”

Dopo aver riportato uno scambio di battute avvenuto tra il medico e gli operatori, Selvaggia Lucarelli ha scritto: “Ci voleva un dottore che “Si va al pronto soccorso c***o!”. E invece gli Schettino esistono anche a terra. E’ veramente una roba disgustosa“. Pura negligenza e accidia?

Pomeriggio cinque Barbara D'Urso news cronaca

Pomeriggio 5 anticipazioni puntata 24 febbraio: Michele Buoninconti manipolava i suoi figli

Sorella di Bossetti picchiata da sconosciuti incappucciati

Caso Yara, aggredita la sorella di Massimo Bossetti: trauma cranico e tre costole rotte