in

Senigallia, meningite virale: il sesto caso nelle ultime settimane

Un nuovo caso, il sesto nelle ultime tre settimane, di meningite virale sarebbe stato registrato a Senigallia. Solo qualche giorno fa, infatti, due trentacinquenni si sarebbero recati al Pronto soccorso con gli stessi sintomi, proprio quelli che lasciano pensare all’infezione in questione. Febbre non eccessivamente alta ed emicranie sempre più forti avrebbero spinto le due persone a rivolgersi al personale medico, dopo aver cercato di guarire – invano – quella che sembrava essere una normale influenza.

senigallia meningite

Senigallia, meningite virale: nessun allarmismo

Ma mentre nel primo accertamento la meningite è stata diagnosticata, nel secondo si attende ancora di conoscere il responso ufficiale per poter affermare con certezza che il settimo potenziale caso di meningite virale sia realmente effettivo. Bisogna, comunque, sottolineare che – a differenza della meningite batterica – quella virale non è contagiosa e può guarire con una cura di circa dieci giorni. Sebbene non si abbiano certezze sulle cause della meningite a Senigallia, si ipotizza che a provocarla possa essere un insetto simile a un moscerino. Non deve preoccupare – tranquillizzano i sanitari – il numero di casi registrati nel giro di poche settimane, in quanto rientrerebbero tutti nelle statistiche stagionali.

senigallia meningite

Leggi anche —> Cetraro, donna morta dopo il parto a soli 35 anni: i risultati dell’autopsia

Speciale Uomini e Donne, parlano loro: la verità di Angela e Alessio, Giulia e Manuel

Chiara Ferragni Instagram: glutei in ammollo e perizoma che fa girar la testa! (FOTO)