in

Serena Autieri malattia: «Digerivo male, la pelle era opaca e non dormivo!»

Serena Autieri è una delle attrici italiane più amate dal grande pubblico, apprezzata da grandi e piccini. La 43enne napoletana ha prestato la voce a Elsa, protagonista del lungometraggio d’animazione disney Frozen, ha partecipato a commedie di successo come Notte prima degli esami 2 e Il principe abusivo, ma anche a fiction molto popolari quali Vento di ponente, L’Onore e il Rispetto, Un passo dal cielo. Un amore quello per la recitazione che l’ha accompagnata sin da bambina, regalandole soddisfazione e riconoscimenti. Il successo però non arriva mai da solo: costa fatica, stress e comporta pure qualche “acciacco”.

Serena Autieri: «Lo stress mi ha divorato. Ora sto decisamente meglio!»

In un’intervista di qualche anno fa Serena Autieri ha confidato di aver vissuto un momento delicato: «Lo stress mi ha divorato. Digerivo male, la pelle era opaca e non dormivo. Ho cambiato abitudini e ora sto decisamente meglio!», ha ammesso l’attrice, che ha detto a Il Corriere della sera: «Adoro il mio mestiere, con i suoi ritmi iperattivi. Via da un set e pronta per un concerto, tardi la sera ateatro e l’indomani mattina in conferenza stampa. Non lo baratterei con nessun’altra esistenza sulla faccia della terra. Però, quando chiedi così tanto al fisico e alla testa, nel mio lavoro come in professioni altrettanto frenetiche, devi attrezzarti. Cioè devi imparare a gestire il corpo, a coccolarlo e a far sì che non si ammali. Sì, uso la parola ammalarsi!». All’epoca, nel 2011, Serena Autieri era impegnata sul set di Femmine contro maschi di Fausto Brizzi, era uscito nelle sale da poco Natale in Sudafrica di Neri Parenti, stava girando il cortometraggio L’ultimo giro di valzer di Francesco Felli e le fiction Fratelli detective di Rossella Izzo e Dov’è mia figlia? di Monica Vullo. Insomma un momento professionalmente pieno. «Per un certo periodo la tensione mi ha risucchiata in una brutta spirale. Viaggiavo spesso per le promozioni e per le serate, passavo mesi lontano da casa, sui set dei film. Ma soprattutto facevo una vita irregolare: bevevo caffè su caffè, passavo la notte insonne, spesso saltavo i pasti. La prima colazione? Non esisteva. Il pranzo? In piedi, al bar, toast ingurgitato in cinque minuti. Frutta e verdura? Sparite dai miei menù. Arrivavo al weekend stravolta e l’unica cosa che riuscivo a fare era starmene accoccolata sul divano. Il fatto è che ho iniziato ad avere una serie di piccoli acciacchi: digerivo male, la pelle mi sembrava opaca, le gambe erano spesso pesanti, non riuscivo a dormire bene la notte e di giorno ero sempre stanca. A un certo punto ho messo a fuoco la situazione: stavo esagerando!», ha confidato Serena Autieri, che per uscire fuori da tutto questo ha dovuto reinventarsi.

Serena Autieri: «Per combattere lo stress ho dovuto cambiare le mie abitudini!»

«Dovevano cambiare le mie abitudini o avrei presto pagato il conto. Così, mi sono messa di buona lena e ho cominciato a prendermi cura di me. La colazione, prima di tutto!», ha raccontato all’epoca la 43enne, che ha cominciato a praticare tanto sport, attività che porta avanti ancora oggi: «Io e il jogging siamo diventati una cosa sola. Non sono una di quelle fanatiche che si alzano alle cinque per correre, ma cerco di ricavarmi, se posso tutti i giorni, una mezzoretta di tempo per l’esercizio fisico, ovunque io sia: Roma, Dubai o in giro per il mondo. Le sneakers sono sempre in valigia. E se so che quel giorno non potrò allenarmi, vade retro ascensori, per me solo scale. Lo stress si è attenuato!». E il suo profilo Instagram dimostra che Serena Autieri oggi è più in forma che mai, felice accanto al marito, il manager Enrico Griselli, con il quale, ha avuto Giulia Tosca, nata il 1 marzo 2013. Con passione si dedica molto al teatro: «La scorsa stagione, nell’arco di pochi mesi, passavo da un personaggio all’altro: da Lady Diana alla Sciantosa, da Vacanze romane alla commedia di Maurizio De Giovanni Ingresso indipendente. Non è una cosa così scontata, io credo che la prova più grande per un attore sia proprio quella di cambiare continuamente personaggio, trasformarsi!», ha rivelato Serena Autieri in un’intervista del 2018. Insomma si può lavorare tanto, senza però dimenticare di prendersi cura di sé.

Mal di schiena? No problem!

Intervistata da Ok Salute, proprio parlando dello sport, l’attrice ha ammesso recentemente di aver avuto un solo grande problema, il mal di schiena: «Non ho mai smesso neppure quando ero in attesa di mia figlia Giulia: nuoto, pilates, ginnastica e lunghe camminate, quello che mi era consentito continuavo a fare. Il tutto lavorando, fino a poco prima di darla alla luce!». A salvarla un suggerimento: «Pensavo di rivolgermi a un ortopedico, quando un amico ballerino mi ha consigliato di provare il gyrotonic. Si tratta di un metodo di allenamento praticato con un apposito macchinario, che agisce su articolazioni, muscoli, tendini e legamenti attraverso movimenti circolari. E tra i suoi effetti c’è proprio quello di aumentare la funzionalità della colonna vertebrale, regalando una postura corretta e riducendo i microtraumi da stress. Proprio quello che faceva al caso mio!». Il segreto per andare al top sul palco? «Prima di andare in scena, qualche esercizio di gyrokinesis mi aiuta sempre ad affrontare il palcoscenico!», ha ammesso sempre l’attrice Serena Autieri. 

leggi anche l’articolo —> Rocco Papaleo malattia: «Mi ha permesso di sviluppare uno sguardo diverso!»

 

Matilde Brandi Instagram, schiena nuda e fondoschiena da brividi: «Telaio da Formula 1»

Giorgia Palmas Filippo Magnini innamorati alle Bahamas: «Con le vacanze gratis c’è amore per tutti»