in

Sergio Assisi commosso a “Vieni da me”: «Ho perso mia madre anni fa, le ho fatto una promessa e l’ho mantenuta!»

Sergio Assisi, tra gli attori più amati dal pubblico, soprattutto quello femminile, è stato ospite di Caterina Balivo al programma pomeridiano di Raiuno Vieni da me. Il 46enne partenopeo durante l’ormai stranota «intervista con la cassettiera» ha parlato della sua carriera d’attore, iniziata nel 1992 con l’ammissione all’Accademia D’Arte Drammatica del Teatro Bellini di Napoli, dell’esordio al cinema sei anni dopo grazie alla regista Lina Wertumuller, che lo ha scelto tra 3.000 provinati perché vestisse i panni del protagonista del film Ferdinando e Carolina, della storia d’amore con l’attrice Gabriella Pession e ancora dei numerosi flirt che la stampa gli ha attribuito e del rapporto che Sergio Assisi ha con la famiglia.

«Mia mamma è morta quando avevo 29 anni, le avevo fatto una promessa e l’ho mantenuta!»

Una chiacchierata a tratti commovente, che ha mostrato un lato inedito, tenero, dell’attore napoletano, famoso per fiction di successo come Capri, Elisa di Rivombrosa e Assunta Spina, e che ultimamente è stato impegnato nel ciclo di commedie sentimentali Purché finisca bene. Nel corso dell’intervista Sergio Assisi ha parlato con nostalgia della madre che ha perso qualche anno fa. Mentre leggeva una lirica scritta dalla donna ha detto trattenendo a stento le lacrime: «Questa è una poesia di mia madre che scrisse prima di morire. Ho seguito le orme istrioniche di mia mamma, scriveva canzoni poesie, era tenera, mi trovo qua a 46 anni a piangere per lei. Mia mamma era un sognatrice, lei continuava con il simbolo della Befana, non mi ha mai fatto mancare la calza. Mi lasciava sempre dentro delle patate, la cipolla e il carbone, poi anche qualche cioccolatino. Era una mamma severa, mi ricordo che c’era un tavolo rotondo al quale giravo intorno per non farmi prendere. Io ero irrequieto, dicevano che sembravo una tigre in gabbia. Mia mamma è morta quando avevo 29 anni, le avevo fatto una promessa e l’ho mantenuta!».

«Sono diventato il padre di mio padre!»

All’attore è rimasto il padre, di cui è «orgoglioso di prendersi cura»: «La vita è un cerchio, io sono diventato ora il padre di mio padre! Ogni fine settimana sono a Napoli da lui!». Davvero il ritratto di una bella persona è venuto fuori ascoltando l’intervista: Sergio ha mostrato di essere attaccato a dei valori importanti a cui oggi si fa poco attenzione. Da ragazzo veniva chiamato «Lo Strano», forse perché sentiva di avere della poesia dentro, lui così appassionato di letteratura e teatro e anche di fisica e astronomia: «Ero un po’ diverso, i miei amici giocavano a pallone e io facevo gli esercizi di fisica o guardavo le stelle. Ho fatto l’università, ho fatto giurisprudenza anche se mi sono fermato perché non mi piaceva!».

«Dopo Gabriella non mi sono sposato e non ho fatto figli!»

Caterina Balivo ha chiesto poi a Sergio Assisi della sua lunga relazione con Gabriella Pession: «Finalmente è felice perché non sta con me, perché la dobbiamo nominare? È sposata e ha un figlio, è felice. La saluto!». Ad un certo punto però il nome dell’attrice è saltato fuori, inevitabile forse non parlarne: «Dopo Gabriella non mi sono sposato e non ho fatto figli!». L’attore dunque è single? Così sembra. Sul flirt con Ekaterina Vaganova, la compagna di ballo conosciuta al programma del sabato sera di Milly Carlucci dove lui ha partecipato come concorrente, nulla di vero: «Siamo sempre stati amici. Ekaterina all’epoca era molto giovane ed era appena arrivata in Italia. Non mi sembrava il caso di provarci!». L’attore partenopeo ha poi concluso: «Io faccio solo guai!».

leggi anche l’articolo —> Sergio Assisi: età, peso, altezza, vita privata dell’affascinante attore napoletano

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Al via la fatturazione elettronica: qualche malcontento, ma l’Agenzia delle Entrate smentisce malfunzionamenti

Nadia Toffa Instagram: la lunga riflessione sul senso della vita