in ,

Serie A, il punto dopo la 28a giornata: Juventus infinita, il Milan torna sulla terra

La Juventus non accenna a mollare un centimetro nella lotta per lo scudetto; i bianconeri vincono anche a Bergamo e tengono a bada il Napoli che al San Paolo ritrova la gioia dei 3 punti grazie ad una prova corale di grande livello. Higuain segna ancora, chissà dove potrà arrivare quest’anno, e i tifosi partenopei cantano a squarciagola godendosi per una notte il ritorno in vetta. La 28a giornata di Serie A non ha regalato particolari emozioni, o meglio, le emozioni ci sono sempre ma sono mancati i colpi di scena in classifica che così rimane invariata per un altro turno, almeno per quanto riguarda le prime due posizioni.

Si perché dalla polvere si è risollevata la Roma, settima vittoria di fila ma soprattutto una prova di forza incredibile contro una Fiorentina apparsa stanca e distratta, punita da quel Salah inseguito e poi maledetto per tutta l’estate. I giallorossi salgono al terzo posto in solitaria, consapevoli dei loro mezzi e liberi mentalmente. Della sconfitta della Fiorentina approfitta così l’Inter che dopo la vittoria inutile in Coppa Italia fa altri 3 gol contro un Palermo che è degno specchio del caos che ha regnato tra i rosanero da inizio stagione. Il Milan torna sulla terra, sconfitto dal Sassuolo che ormai è la bestia nera del Diavolo; uno stop che potrebbe pesare molto nell’economia della stagione visto che ora la zona Champions è distante 9 punti e lassù nessuno ha intenzione di fermarsi.

Nel mezzo della classifica si muove poco o niente, al contrario invece si fa interessante capire da qui alla fine chi sarà risucchiato nella lotta per non retrocedere: perché se di condannate ne abbiamo già una, l’Hellas Verona che ormai ha perso ogni speranza, Carpi e soprattutto Frosinone sperando ancora nel miracolo. I ciociari stanno facendo di tutto per restare aggrappati a questa Serie A e ieri con l’Udinese hanno dimostrato di non aver intenzione di lasciarsi sfuggire questo sogno; per gli emiliani appare tutto un po’ più complicato, la squadra è fiacca e non segna, abbandonata alle incursioni rapide di Lasagna e Mancosu ma soprattutto priva di quel piglio che l’hanno scorso aveva permesso di dominare la Serie B. Le genovesi vanno a braccetto ma il +4 sul Frosinone non può far dormire sonni tranquilli né a Gasperini e né a Montella. Ancor più agitati saranno quelli di Iachini, scelto poi cacciato e infine richiamato ancora a guidare una squadra enigmatica che si affida al talento di Franco Vazquez. Sarà dura da qui alla fine, in testa e in coda è ancora tutto aperto: meno male, altrimenti sarebbe l’ennesimo noioso campionato.

 

unghie 2016, unghie moda 2016, tendenze unghie 2016, unghie 2016 forma, unghie 2016 colori, unghie gel, unghie rosse, unghie nere, unghie bordeaux, unghie decorate, nail art unghie, cuticle tattoo, glass manicure,

Unghie gel moda 2016: le tendenze nail art tra Cuticle Tattoo e Glass Manicure

dare le dimissioni volontarie novità 2016

Dare le dimissioni volontarie online: come si fa? Ecco le novità in vigore dal 12 marzo 2016