in

Serie A, Inter-Bologna: le parole del tecnico nerazzurro Walter Mazzarri

L’Inter prepara la delicata sfida interna contro il Bologna, con il presidente Erick Thohir che assisterà personalmente al match. Una partita importantissima per gli uomini di Walter Mazzarri, chiamati al pronto riscatto dopo gli ultimi passi falsi che hanno complicato, e non poco, il cammino verso la qualificazione in Europa League. Come di consueto, il tecnico nerazzurro ha parlato durante la conferenza stampa della vigilia. Ecco le dichiarazioni più importanti riprese da FcInterNews.it.

Erick Thohir

Su Thohir (che ha confermato ancora una volta Mazzarri) –Il fatto anomalo è questo: poche volte ad un allenatore capita che una società cambia, e di solito la nuova proprietà cambia allenatore a prescindere. Thohir ha fatto diversamente, quindi vuol dire che la mia carriera lo ha messo nelle condizioni di prendere questa scelta. Mi piace che sia lui a dirlo, io sono un suo dipendente, anche se forse il più importante, perché responsabile della parte tecnica su cui si basa tutto un lavoro intorno. Lo ringrazio“.

Momento difficile –Quello più difficoltoso da quando alleno? No, ne ho passati di peggiori. Dal punto di vista della serietà do tutto, e i ragazzi lo sanno. Finché ho una macchina da guidare non parlo delle analisi, quando sarà finita l’annata vi dirò tutto, è il mio ruolo che mi impone a evitare considerazioni che non siano sulla prossima partita. Bergomi dice che trasmetto ansia? Bisognerebbe aprire un libro per dire che la mia storia dice il contrario, però preferisco andare avanti“.

Sul Bologna –In campionato non ci sono gare facili. Noi dobbiamo lavorare e migliorare dove abbiamo sbagliato, cercando di raccogliere risultati attraverso la prestazione. Siamo concentrati su quello, abbiamo sempre partite che affronteremo cercando di portare più in alto possibile la squadra e poi proveremo a programmare le prossime stagioni“.

Kovacic in campo –E’ uno dei dubbi, è candidato con un altro a giocare. Si gioca in 11, se gioca lui sta fuori un altro che può essere scontento. Ma chi sta fuori non è mai contento“.

David Letterman Show

David Letterman, il ritiro del padre del talk show americano

Video – Mercato: Genoa e Torino seguono Giovani Dos Santos