in

Serie A, Inter: Materazzi svela un retroscena del 2006

Interessante intervista concessa dal Campione del mondo Marco Materazzi a FcInterNews.it, in cui svela un retroscena riguardante il periodo pre Mondiale, quando fu ad un passo dal dire addio ai colori nerazzurri. Non mancano, inoltre, riferimenti ai compagni che più lo hanno colpito nella sua esperienza a Milano, citando anche la partita a cui è più legato e quella che vorrebbe rigiocare a tutti i costi.

Marco Materazzi

Ecco i passaggi più interessanti dell’intervista:

Approdo all’Inter e… quasi addio –Fui informato direttamente da Oriali e Facchetti, furono loro le prime persone che mi svelarono del mio passaggio all’Inter. Mancava ancora parecchio alla fine del Campionato – 2000-2001, ndr – ma già a gennaio sapevo che nella stagione successiva avrei vestito la maglia nerazzurra. Nel 2006 Fui vicinissimo al Villarreal, Marco Branca in prima persona portò avanti la trattativa. Il tutto andò avanti senza il mio assenso perchè non era assolutamente mia intenzione lasciare l’Inter. Durante il ritiro in preparazione al Mondiale fui, in pratica, venduto al Villarreal, ma dopo la vittoria di Berlino diventai immediatamente indispensabile, ma parlai con Moratti e alla fine decidemmo di proseguire insieme“.

I compagni e gli avversari più forti – Vorrei citarne cinque. Dico Eto’o, Ronaldo, Figo, Stankovic e Chivu, mentre come avversari direi Julio Ricardo Cruz, Gabriel Omar Batistuta e Francesco Totti“.

Gara a cui sei legato e quella che da rigiocare – Mi viene in mente la semifinale di Champions League contro il Milan nel 2003, fummo eliminati con un doppio pareggio. Al contrario, senza dubbio la gara-Scudetto di Siena del 22 aprile 2007, quella della mia doppietta“.

Manuale Distruzione: esce oggi il disco d’esordio di Levante (recensione)

Verona, 45enne si spoglia sull’altare per devozione