in

Serie A, Juventus-Inter: il commento

I 23 punti di distacco della vigilia, come si è poi visto sul campo, non erano casuali. La Juventus di Antonio Conte si dimostra spietata, padrona del campo concedendo pochissimo all’Inter. Alla fine, un 3-1 più che meritato.

Vidal Gol JUventus Catania 30 ottobre

L’Inter di Walter Mazzarri, dal canto proprio, presenta un Rodrigo Palacio, forse, troppo solo, con un Alvarez probabilmente nella sua versione peggiore, con un Kovacic troppo assente e troppo timido per fronteggiare gente come Pirlo, Vidal e Pogba. Gli esterni, poi, Nagatomo e Jonathan non danno garanzie, sia in fase difensiva che offensiva.

I bianconeri tra le mura amiche non conoscono sconfitta. La squadra di Conte sembra una macchina perfetta, e chissà quanti rimpianti avranno i tifosi per non aver proseguito il cammino nell’Europa che conta. Questa Juventus, comunque, può puntare con decisione alla conquista dell’Europa League. In Campionato, non sembra esserci storia, nonostante la super Roma di Rudi Garcia.

Anticipazioni Il segreto lunedì 3 febbraio: Tristan riceve una lettera dall’esercito

Sondaggi elettorali 2014: avanti il centrodestra se alleato con l’Udc