in ,

Serie D, Parma-ArzignanoChiampo 1-0: debutto vincente per la squadra Ducale

Il Parma comincia con una vittoria di misura sul campo dell’ArzignanoChiampo – formazione della provincia di Vicenza – la nuova era targata Nevio Scala. Dopo le ormai note vicende fallimentari che hanno tormentato la scorsa stagione, i gialloblù sono ripartiti dalla serie D. Partita ostica sin dai primi minuti: il Parma parte ancora imballato ed è l’ArzignanoChiampo ad avere la nitida occasione per passare in vantaggio reclamando il goal quando su una conclusione di Marchetti il pallone ha prima toccato la parte interna della traversa per poi rimbalzare – secondo il giudizio dell’arbitro – al di fuori della linea della porta. A decidere l’incontro in favore del Parma è un calcio di rigore realizzato da Musetti a un quarto d’ora dal termine.

Dopo mesi drammatici, finalmente la parola è passata al campo. E’ iniziata per la compagine ducale una lunga scalata che dovrà condurre – come si augurano i tifosi gialloblù – verso le vette più alte del campionato italiano, come nei magnifici anni ’90 in cui il Parma era allenato proprio da Nevio Scala, l’attuale presidente che ha deciso di prendere in mano le redini della situazione e di ripartire dalle ceneri, ridando un briciolo di speranza ai sostenitori crociati nel momento più buio della storia della società. Una folla di circa 800 tifosi calorosi sono venuti a sostenere il Parma all’esordio tra i Dilettanti, e hanno incitato il presidente accolto in festa: “Portaci in Europa”.

Debutta nei migliore dei modi il campionato in serie D del Parma nuovo corso. La squadra è apparsa ancora “in rodaggio” ma i primi 3 punti sofferti conquistati contro l’ArzignanoChiampo sono un buon viatico affinché i giocatori prendano confidenza con la categoria nella quale devono confrontarsi – da non prendere assolutamente sottogamba – e regalano a Lucarelli e compagni quel giusto mix di entusiasmo e fiducia che può servire per il proseguo di questa nuova avventura.

netanyahu rifiuta profughi siriani

Israele, Netanyahu:” non vogliamo profughi siriani, costruiremo un muro”

Milan News

Milan: la moglie di Abate attacca Mihajlovic con un tweet, scoppia il caso