in

Servizio Civile 2019: stipendio volontario, ecco quanto si guadagna (INFO UTILI)

Importanti novità per i giovani italiani alla ricerca di un’offerta di lavoro. Sono stati pubblicati nuovi bandi per Volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale nell’ambito del programma Garanzia Giovani. I concorsi attivati sono finalizzati alla selezione di 3556 ragazzi privi di occupazione, non inseriti in percorsi di studio o formazione..  I concorsi sono finalizzati al reclutamento di 3.556 candidati, per l’attuazione di 411 progetti di Servizio Civile finanziati con la riprogrammazione di fondi europei destinati al Programma Operativo Nazionale ‘Iniziativa occupazione giovani’ – PON IOG. Ma conviene fare servizio civile? Qual è il salario che sarà corrisposto ai volontari? Ecco tutto quello che c’è da sapere sullo stipendio. 

Leggi anche: Tutte le news sul mondo del lavoro con UrbanPost

Stipendio Servizio Civile 2018/2019: ecco quanto si guadagnerà

Qual è lo stipendio che i volontari andranno a percepire durante l’attività di Servizio Civile 2018? Il volontariato avrà una durata di 12 mesi e sarà retribuito con un assegno mensile di importo pari a 433,80 Euro. I bandi Garanzia Giovani per il Servizio Civile 2018 sono regionali e i Volontari saranno inseriti presso Comuni, Province, Istituti, Cooperative, Associazioni e altri soggetti ed enti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Lazio, Sardegna e Sicilia.

Servizio civile garanzia giovani bando 2018: i requisiti per i volontari

Possono partecipare ai concorsi Servizio Civile Garanzia Giovani 2018 i candidati in possesso dei seguenti requisiti:

  • iscrizione al programma Garanzia Giovani (l’iscrizione può essere effettuata attraverso il portale web dedicato al programma GG);
  • aver sottoscritto il Patto di servizio ed essere stati presi in carico da un Centro per l’Impiego e / o da un Servizio competente;
  • essere cittadini italiani o cittadini di altri Paesi dell’UE regolarmente residenti in Italia o cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia;
  • assenza di condanne alla pena della reclusione superiore ad un anno, anche non definitive, ovvero alla pena della reclusione anche di durata inferiore se per delitti contro la persona o concernenti detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici, o di criminalità organizzata;
  • stato di disoccupazione, ai sensi dell’articolo 19 del decreto legislativo 150/2015 del 14 settembre 2015 e successive modifiche e integrazioni;
  • non frequentare un regolare corso di studi;
  • non essere inseriti in corsi di formazione, compresi quelli di aggiornamento per l’esercizio della professione o per il mantenimento dell’iscrizione ad un Albo o Ordine professionale;
  • non essere inseriti in percorsi di tirocinio curriculare e / o extracurriculare;
  • non essere impegnati nel Servizio Civile Nazionale per l’attuazione del programma Garanzia Giovani, non averlo già svolto e non averlo interrotto prima della scadenza;
  • non avere in corso e non aver avuto nell’ultimo anno e per periodi superiori a 3 mesi rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo con l’ente che realizza il progetto al quale si intende partecipare.

I 100 migliori film stranieri della storia del cinema secondo la BBC: l’Italia presente con 12 capolavori!

Genitori non gli cambiano il pannolino per settimane: bimbo di 4 mesi muore