in

Servizio Pubblico, Ferrara: “M5s banda di poveretti”

Si accende la miccia a Servizio Pubblico e Giuliano Ferrara non indossa certo guanti di piume: “Il merito del successo di Berlusconi è del Movimento Cinque Stelle” spiega a Michele Santoro. Secondo l’ex direttore de Il Foglio il Movimento Cinque Stelle, dopo l’esperimento politicamente fallimentare di Monti, avrebbe impedito che in Parlamento si costituisse una maggioranza di sinistra pro Bersani, favorendo la centralità dei giochi del Cavaliere.

Il partito di Beppe Grillo e Casaleggio ha preso molto di più di Berlusconi alle ultime elezioni, se i giornali e le tv ci hanno investito molto in termini di capacità di narrazione” racconta l’ex direttore de Il Foglio, che poi affonda: “Avevano preso il 25% e volevano aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno, ma si è rivelato una banda di dementi che votano uno che crede che Emanuela Orlandi è viva e ha due figlie, uno che pensa che tutte le congetture più assurde siano vere!” ed il riferimento è al magistrato Ferdinando Imposimato.

Da intimidatori a nome dell’antipolitica si sono rivelati dei poveretti” è il commento finale di Ferrara, dopo il duro scontro che ha coinvolto anche Marco Travaglio. E Michele Santoro ironizza: “Vuoi vincere la classifica del giornalista più odiato dai 5 stelle“.

studente bresciano morto in Olanda

Olanda, morto studente italiano: precipitato dalla finestra di casa

calciomercato Juventus

Calciomercato Juventus news: niente Zaza, o Pazzini o Osvaldo per l’attacco