in ,

Servizio Pubblico, #landinivai: il web chiede a Landini di entrare in politica

Durante la diretta di Servizio Pubblico la redazione del celebre talk di La7 lancia gli hashtag #landinivai e #landiniresta per misurare la temperatura del web sulle future intenzioni del leader della Fiom Maurizio Landini. A sopresa- o forse no- quelli che chiedono al segretario del metalmeccanici di fare il salto e fondare un partito a sinistra del Pd superano quelli che chiedono che Maurizio Landini continui a fare il sindacalista “duro e puro”.

L’hashtag #landinivai scala la classifica dei topic trend di Twitter, eppure il segretario della Fiom ribadisce: “Mi dispiace deludere la rete, ma la mia intenzione è quella di rinnovare il sindacato e unire la lotta di lavoratori dipendenti e partite iva, ed in questo senso voglio fare politica, ma dico no a un nuovo partito, non m’interessa“.

Poi rivolge un accorato invito al pubblico di Servizio Pubblico affinché partecipi alla manifestazione di sabato a Roma: “Dobbiamo cambiare il sindacato per avvicinarlo a tutti i lavoratori e superare il muro dell’indifferenza alla politica: nonostante le rottamazioni e i vari Renzi, Grillo, Salvini, la maggioranza degli italiani non va a votare“. Tutto questo mentre l’Espresso pubblica il bilancio della Fiom: il segretario dei metalmeccanici piacerebbe ad un italiano su tre, ma sarebbero sempre meno i lavoratori iscritti al suo sindacato.

servizio pubblico

Servizio Pubblico, è scontro tra Travaglio e il patron di Eataly Farinetti

Vittoria-Paternò maxi rissa

Vittoria-Paternò sospesa per maxi rissa: squalifiche e multe per i due club d’Eccellenza