in ,

Sesso: ecco i miti da sfatare!

Da quando la sveglia tuona inesorabilmente alle 05.30 tutte le mattine, la mia vita sociale non fa più invidia nemmeno ai vecchietti di Villa Arzilla! I buoni propositi di sfascio e degenero vengono rimandati al venerdì: “aaaah ma vedrai eh cosa non ti combino questo weekend! Apero, cena, disco e a casa alle 07 del mattino”. In effetti una cosa l’ho azzeccata: a casa alle 07! Peccato che fosse sera e non mattina del giorno seguente, reduce da un’ora intensiva di spinning in palestra e con un entusiasmo che rasentava il marciapiede sotto casa. Unica soluzione per sopravvivere alla tentazione di una nottata all’insegna di Cocoon: una cena tranquilla con gli amici. Una buona bottiglia di vino, un’abbuffata storica e poi tutti a nanna con la bolla al naso e la convinzione di volerci riprovare la settimana successiva!

Argomenti sfoderati a tavola? Amore, confusione e sesso. Penso di aver lasciato la mia tavolata basita davanti all’affermazione “Tra un po’ non ricordo più nemmeno come si faccia”. Della serie: com’è possibile? Tu che hai sempre parlato di ste cose ci abbandoni? Avevi pure un blog a riguardo!

Beh… Vero. Ma non parlarne non significa certo aver sventolato bandiera bianca e giurato fedeltà alla pace dei sensi… Alt! Semplicemente non voglio rientrare in quella enorme percentuale di persone che parla, parla, parla e riparla di sesso senza un riscontro effettivo. I classici qua-qua-ra-qua: avete in mente?Aaaah, stasera vedi bene come ti sistemo a letto…” – tutto tronfio, lui. Poi interviene tempo zero la chiamata di lei, grondante di lamentele sul fatto che lui non abbia mai voglia di farlo, che ormai manco la guarda più e chi più ne ha più ne metta. Allora, dico io: qual è il senso di ostentare una voglia che non hai? Perché voler passare a tutti i costi per il macho-man di turno quando la libido ha cancellato il tuo indirizzo dalla rubrica ormai secoli fa?

Beh, signore e signori: ve lo dico io. Tutta colpa di quei maledettissimi falsi miti che ci portiamo appresso! Ha perfettamente ragione la giornalista Rachel Hills asserendo nel suo libro The Sex Myth che il sesso, oggi, è molto più simile ad una gigantesca masturbazione mentale che a sé stesso! “Siamo passati da una cultura che ci definiva sporchi se facevamo troppo sesso ad una in cui abbiamo un deficit se ne pratichiamo poco”. Ecco qui svelato l’arcano! Tutto quel branco di persone affette dalla sindrome della balla facile, della serie “stasera non rispondo di me” piuttosto che “se non lo faccio almeno due volte al giorno sto male” e poi si ritrovano a leggere la Gazzetta a letto o a simulare un mal di testa improvviso (vale per noi donne), probabilmente temono il giudizio estremo dell’interlocutore: essere etichettato/a per lo/la  sfigato/a di turno!Non fai sesso? Sfigato!“, “Quante volte alla settimana? Una? Dai zia, ma ti rendi conto? Troppo sfigata!“, “Cosa, cosa? Non fai sesso da più di tre mesi? Mi devo preoccupare o sei semplicemente sfigata?“, “Laura? Una bomba a letto! Si capisce da come parla… Beato il suo uomo!“.

Tanto non preoccupatevi: il mondo è piccolo – troppo, per quanto mi riguarda. Prima o poi tra le vostre lenzuola scivolerà qualcuno che conosciamo e che non vedrà l’ora di venire a smentire le vostre velleità sessuali con sarcastiche quanto inacidite battutine incentivate dal terzo bicchiere di Barbera.

Stessa medesima considerazione ho del team dei pudici: per carità! Guai a parlare di vibratore (anche adesso, nel leggerlo, hanno sgranato l’occhio), masturbazione e crisi col fidanzato: sacrilegio! Poi… Fanno tre giorni via per lavoro e attivano la modalità Folletto: aspira-tutto! Tornano a casa, baciano la propria metà inconsapevolmente cornuta fino al midollo e fanno il segno della croce prima di coricarsi. Funziona così…

Ancora mi sembra di sentire le lamentele di un mio ex, quando scrutandomi con aria pesante da dietro le spalle (mi sembrava di avere un avvoltoio avvinghiato al collo!) realizzava cosa stessi guardando in tv: Sex and the City! Non l’avessi mai fatto… :

Sono questi i valori che vogliamo insegnare alla nostra società?”.

Inevitabile la risposta:

E questa è la noia mortale che mi si prospetta per i prossimi anni?”.

Poi prendeva, scompariva e andava a guardarsi il suo Guerre Stellari. Se la società fosse basata su quelli di valori, scusatemi, come andremmo in giro: come Jabba The Hutt?

Sesso o non sesso, la cosa senza la quale davvero non potrei sopravvivere sono gli amici: quelli delle cene alla carlona, dell’ultimo minuto, che riescono sempre ad accettare le tue scelte e sopportare (quanto supportare) i tuoi periodi un po’ più “bizzarri” e squilibrati.

Detto ciò, vado a vedermi per la millesettecentoquattresima volta una puntata della mia serie preferita, Sex and The City: di lei non mi stanco davvero mai… A differenza di alcuni ex!

Italia Spagna

Italia – Norvegia probabili formazioni qualificazioni Euro 2016

Klich Messi Barcellona

Barcellona, Messi infortunato? Giocatore si candida su Instagram per sostituirlo