in ,

Shabby Chic fai da te: come rendere i mobili in questo stile di arredamento

Per la primavera estate 2016 uno stile di arredamento molto interessante è certamente lo Shabby Chic, il “trasandato elegante” in voga per chi vuole una casa un po’ retrò ma assolutamente fashion e curata nei dettagli. Oltre che colori e tessuti particolari, lo Shabby Chic prevede in casa mobili e arredi con un certo stile, ricercato ma non difficile da creare anche in modo fai da te per chi non vuole spendere troppo per ricreare il proprio appartamento con questo stile di arredamento. Urban Donna – Casa vi dà qualche piccolo suggerimento su come rendere in stile Shabby Chic i vostri mobili con poche e semplice mosse del tutto fai da te.

Rendere un mobile in stile Shabby Chic significa farlo sembrare vecchio e usurato, vintage, ma questo non significa trasandato o rovinato. Solitamente i mobili in questo stile di arredamento sono in legno e vengono ridipinti con colori chiari ma come è possibile renderli “usurati”? Il primo passaggio è quello di pulire e sgrassare le superfici del mobile e successivamente di carteggiarlo. Dopo averlo pulito dalla polvere, passare il colore che si desidera appaia sulle parti “usurate”: potrebbe essere un marrone scuro che rende bene l’effetto del legno.

Una volta asciugata questa mano di colore, è tempo di passare nelle zone che dovranno apparire usurate la paraffina; a questo punto è tempo di verniciare il mobile Shabby Chic con un colore chiaro, pastello, oppure con il bianco e una volta asciutta la vernice dare una passata di smalto opaco che renderà il mobile più resistente. Per avere infine l’effetto “usurato” passate la carta vetrata nelle zone dove avete steso la paraffina: spigoli, gambe, pomelli, cassetti e l’effetto sarà davvero Shabby Chic in modo semplice, veloce e fai da te. 

Credit Foto: brodtcast / Shutterstock

Carrara, frana il costone di una cava: due uomini intrappolati

Casaleggio funerali Milano

Funerali Casaleggio, una folla riunita a Milano per l’ultima saluto al fondatore del M5S