in

“Shutter Island” di Martin Scorsese diventerà una serie televisiva

L’inquietante thriller psicologico “Shutter Island” del 2010 con protagonisti Leonardo DiCaprio e Mark Ruffalo diventerà una serie tv. Almeno sarebbero queste le intenzione del regista Martin Scorsese che avrebbe raggiunto, in linea di massima, un accordo con il canale HBO con il quale ha già collaborato per la serie “Boardwalk Empire”, ambientata ad Atlantic City durante il proibizionismo, e la Paramount Television.Shutter Island la serie tv

Secondo quanto riferisce Deadline entrambi gli studios potrebbero collaborare nella produzione di “Ashecliffe”, presunto titolo della serie televisiva che si riferisce all’istituto d’igiene mentale in cui il personaggio di DiCaprio va a fare le sue “indagini” e dove è ambientata la pellicola. Lo stesso Scorsese dovrebbe dirigere l’episodio-pilota con una sceneggiatura scritta da Dennis Lehane, autore del romanzo “L’isola della paura” dal quale il film è basato e Laeta Kalogridis sceneggiatrice di “Shutter Island” oltre che del kolossal/fantasy “I guardiani della notte” e “Pathfinder”.

È innegabile che la serie dovrebbe incentrarsi sul passato di Ashecliffe, l’istituto d’igiene mentale e come i dottori e i fondatori hanno sviluppato i loro “metodi” per curare i malati e scoprire i numerosi segreti che il manicomio cela e che emergono poco nel film del 2010. Al progetto della serie tv “Ashecliffe” collaboreranno lo stesso Scorsese, nella doppia funzione di produttore esecutivo e regista del pilot e DiCaprio nella produzione.

so ricchioni raccomandazioni traumi gay

So’ ricchioni, sono gay a causa di traumi: l’apologia della diffidenza

test clinici Instanbul ragazza italiana ricoverata rientro Ciad negativi no virus

Ebola: test a Istanbul per la ragazza italiana, niente virus