in

Si addormenta con le cuffie per cellulare alle orecchie, 16enne muore folgorato

Un’abitudine sbagliata o forse una disattenzione, che ad un giovane di 16 anni è costata la vita. Siamo nella cittadina di Rembau, nello stato di Negeri Sembilan, in Malesia. Mohammed Aidil Azahar Zaharin si mette a letto dopo una lunga giornata. Si addormenta con addosso le cuffie per ascoltare la musica, un gesto questo che si rivelerà fatale. Il mattino seguente la madre, 51 anni, entra nella stanza dell’adolescente e lo trova folgorato con il sangue che usciva dalle orecchie. Immediatamente chiama i soccorsi, ma non c’è nulla da fare. I medici non hanno potuto fare altro che costatare il decesso del ragazzo.

leggi anche l’articolo —> Ancona strage in discoteca news: i racconti dall’inferno, parlano i sopravvissuti

Sedicenne si addormenta con le cuffie: un gesto che gli costa la vita

Sul corpo del sedicenne non sono state ritrovate altre ferite o lividi. L’unica traccia è quel sanguinamento all’orecchio sinistro e delle ustioni attorno a quest’ultimo. In seguito è stata fatta l’autopsia, la quale ha rilevato che il giovane sarebbe morto proprio folgorato. Il fratello della vittima ha affermato di aver sentito una piccola scossa elettrica quando ha toccato il cavo.

Il caso della giovane australiana

L’incidente capitato a Mohammed non è un caso isolato. Questo terribile fatto ricorda quanto capitato lo scorso anno ad una giovane donna australiana. La ragazza che stava ascoltando della musica in aereo con le cuffiette, si addormenta. Al risveglio si ritrova il volto devastato, dopo aver udito una forte esplosione. Le vengono riscontrate tumefazioni e ustioni su tutta la parte inferiore della faccia, dalle orecchie al mento. La donna, che si trovava su un volo partito da Pechino e diretto a Melbourne, in Australia, sotto shock è stata soccorsa non appena l’aereo è atterrato. A causare l’esplosione sarebbero state le batterie delle cuffie che forse per la troppa attività si sono surriscaldate, prendendo fuoco. «C’erano scintille e un principio di incendio. Le ho calpestate per cercare di fermarlo ma già gli altri passeggeri ci stavano gettando sopra dell’acqua», aveva raccontato la giovane australiana, la cui storia ha avuto un epilogo decisamente migliore: per lei  ustioni, piuttosto serie, al volto, ma salva la vita.

Valanga in Val d’Aosta: morto scialpinista a Chamois

GF Vip Silvia Provvedi, clamoroso dietrofront di Cecchi Paone: “Non sei una fallita”