in ,

Sicilia: la disoccupazione giovanile è al 60%, la crisi colpisce duramente

La Sicilia chiude il settennato di crisi con una situazione della propria situazione economica disastrosa. I dati presentati nel 41° “Report Sicilia” dalla Fondazione Curella sono drammatici e rappresentano una Regione lontanissima da segnali di ripresa economica. L’occupazione nel 2013 è crollata del 5,3%, che si traduce nella perdita di 182mila posti di lavoro. Il dato parziale della disoccupazione giovanile, se possibile, è ancora più raccapricciante, si è stabilizzato intorno al 53,8%, ma secondo il Diste, Dipartimento Studi Territoriali, nel corso del 2014 avrebbe raggiunto il 60%.

regione siciliana crisi profonda

Il Diste ha enucleato cifre da brividi, che delineano una situazione di crisi profonda: sono 20.700 le imprese che dal 2006 hanno chiuso i battenti sull’isola, tra chiusure e aperture di nuovi esercizi si ha un saldo negativo del 27,9%; nell’anno in corso pare che altre 30mila imprese siano scomparse. Il tasso di disoccupazione stimato è pari al 24,1%. L’unico settore in crescita è quello turistico, mentre si registra un calo dell’1,4% nel settore manifatturiero, dell’1,5% nell’industria, fino al crollo dell’edilizia con una discesa dell’8,6%. Negli ultimi vent’anni il Pil non era sceso mai come ora sotto i 14mila euro per abitante, il 38% meno della media nazionale.

Con questi dati le previsioni sono nere, come evidenziato da Pietro Busetta economista, presidente della Fondazione Curella: “per avere un fisiologico livello di occupazione in Sicilia sarebbe necessario un milione di posti di lavoro in più, per un totale di 2,3 milioni. Con questi numeri si eviterebbero le emigrazioni in cerca di lavoro fuori dall’Isola; con questi livelli di crescita, invece, è impossibile pensare ad una Sicilia fuori dalla crisi per almeno i prossimi venti anni”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Dakota Johnson scelta dall’italiano Luca Guadagnino per il remake de “La piscina” (Video)

Sky cancella terza edizione The Apprentice

The Apprentice 3 non ci sarà: brusco calo di ascolti nell’ultima edizione