in

Sicilia Occidentale: cosa vedere? 10 tappe da non perdere, tra spiagge, storia e cibo appetitoso

Natura, storia e folclore si incontrano nella Sicilia Occidentale, terra di mare, sole e vento, dove le suggestive rovine si intervallano ora a selvagge riserve naturali ora a distese di vigneti e saline: una meravigliosa porzione di terra, oggi ancora più valorizzata grazie alla nascita del Distretto Turistico della Sicilia Occidentale.

Ecco le 10 tappe imperdibili di un viaggio sensazionale, tra profumi, colori e sapori inconfondibili.

1. L’arcipelago delle Isole Egadi è un angolo di paradiso capace di regalare emozioni a tutti i sensi: sceglietelo per fare immersioni, godere della vista sublime sul mare o assaggiarne la ricca offerta gastronomica.

2. Trapani si distingue per i suoi palazzi, alteri ed eleganti, e per le chiese monumentali. E’ conosciuta anche come la “città tra due mari”, dal momento che si protende su una stretta lingua di terra che si assottiglia progressivamente verso l’estremità di Torre di Ligny.

3. Erice è un piccolo e grazioso borgo medievale che domina dall’alto il porto di Trapani; raggiungetela percorrendo una delle strade siciliane panoramiche più belle e approfittatene per concedervi una camminata a ritmo “slow” tra i suoi vicoli stretti e suggestivi.

4. A Sud di Trapani troviamo Marsala, meta affascinante sia dal punto di vista storico che naturalistico: raggiungete le rinomate saline e concedetevi qualche minuto per ammirare il paesaggio surreale tinto di rosa. E per sorseggiare un calice di vino.

5. Mazara del Vallo – uno degli avamposti più importanti della Sicilia saracena – merita di essere visitata per il quartiere vecchio: lasciatevi sorprendere dall’eleganza dei palazzi normanni e dall’intrico di viuzze che rievocano la casbah nordafricana.

6. Salemi, è la meta ideale per chi vuole abbinare a storia e cultura un appetitoso itinerario del gusto. Eletta tra i “Borghi più Belli d’Italia”, vanta anche l’appellativo di “Città dei Pani”, per la tradizione di panificazione, cui è intitolato anche un museo. Tra gli altri prodotti caratteristici della Sicilia Occidentale, assaggiate la busiata, un tipo di pasta fresca dalla caratteristica forma attorcigliata e i formaggi ottenuti dalla lavorazione del latte degli ovini.

7. San Vito Lo Capo è la tappa d’obbligo per gli amanti del mare: lo spettacolo della spiaggia candida a cui fa da cornice un mare caraibico vi lascerà senza fiato. Esperienza da abbinare a una visita del Golfo di Castellammare, da dove potrete percorrere i 7 chilometri di costa della Riserva dello Zingaro, caratterizzata da una natura selvaggia e incontaminata. Voglia di emozioni adrenaliniche? Le condizioni del vento offrono l’occasione per cimentarsi negli sport in una cornice di rara bellezza.

8. Il Parco archeologico di Segesta, da visitare anche solo per godere di una vista mozzafiato sul golfo.

SCOPRI TUTTE LE IDEE DI VIAGGIO SU URBAN POST!

9. Voglia di intervallare l’antico al contemporaneo? Programmate una visita a Gibellina, museo a cielo aperto d’arte contemporanea, di cui ammirare le notevoli opere architettoniche.

10. Pantelleria è famosa tanto per i capperi quanto per le tipiche viti ad alberello, bene immateriale dell’Unesco basate sulla creazione di buche nel terreno da dove prendono vita piccoli alberelli. Approfittatene per apprezzare i giardini arabi, i terrazzamenti e i dammùsi, caratteristiche abitazioni che ne rappresentano l’identità.

Voglia di visitare questa parte della Sicilia in occasione della Settimana Santa? Vi attenderanno festeggiamenti spettacolari, da Trapani a Erice, passando per Marsala e Mazara del Vallo. Meritano di essere menzionate la Festa del Crocifisso a Calafimi-Segesta, il Corteo storico di Santa Rita a Castellammare del Golfo, i festeggiamenti in onore della Madonna di Custonaci a Custonaci ed Erice e la Rievocazione della mietitura del grano a Buseto Palizzolo. Ma le occasioni non si esauriscono qui…

In apertura: Levanzo, Egadi – foto concessa dal Distretto Turistico della Sicilia Occidentale

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Riforma pensioni ultime novità 2016 precoci

Riforma pensioni 2016 ultime novità: Quota 41, esodati e Opzione Donna tra promesse e manifestazioni

Stefano De Martino

Amici 15 anticipazioni: ecco le regole per accedere al serale, chi rischia di più?