in ,

Sicilia, Ragusa: liberato il 43enne indiano accusato di tentato rapimento di una bambina di 5 anni

E’ libero il 43enne indiano indagato per il tentativo di rapimento di una bimba di 5 anni, lo scorso 16 agosto sul lungomare di Scoglitti, Ragusa, Sicilia. Ram Lubhaya, questo il nome del 43enne, martedì scorso, in un momento di distrazione dei genitori tentò di rapire la piccola. La famiglia della bambina accortasi di quanto successo si mise all’inseguimento dell’uomo, riuscendo nel tentativo di liberare la piccola.

L’uomo fuggì, ma grazie all’identikit rilasciato dagli stessi genitori e da alcuni testimoni fu rintracciato qualche ora dopo dai carabinieri nelle vicinanze della spiaggia di Scoglitti. Il sostituto procuratore di Ragusa Giulia Bisello, dopo aver effettuato un intenso interrogatorio con l’uomo, conclusosi intorno all’una di notte, scelse di disporre la libertà all’accusato, scatenando polemiche e proteste. Lo stesso pm ha chiesto nella giornata di ieri ai Carabinieri di rintracciare l’uomo.

L’indiano è stato ritrovato, dopo una giornata di ricerche, in un casolare a Vittoria, ospite di altri extracomunitari. Il 43enne ha precedenti penali ed è attualmente senza permesso di soggiorno. Portato in caserma, dove è stato ascoltato per diverse ore, ha negato tutto e si è detto estraneo all’accaduto. Al termine è stato nuovamente lasciato in libertà. La Procura di Ragusa spiega che per il tentato rapimento non è previsto l’arresto ma serve la conferma del fermo, che può avvenire con l’indagato a piede libero. Le forze dell’ordine stanno attualmente indagando per chiarire i motivi del tentato sequestro, mentre restano ancora da verificare alcuni dettagli nella dinamica del tentato sequestro.

amici kledi

Kledi presenta sua figlia Lea: “Mi ha cambiato la vita”

Stefania Orlando Instragram, lato B da urlo ma scoppia la polemica con gli haters [FOTO]