in ,

Sicilia: truffa di 21 milioni di euro per un progetto di ricerca sui tumori del seno

La Procura della Repubblica di Palermo, sulla base di un’indagine intorno a una grossa truffa nella sanità siciliana, ha disposto il sequestro urgente per l’equivalente di 12 milioni di euro del Lato, la società consortile laboratorio di tecnologie oncologiche, HSRGiglio di Cefalù, partner della Fondazione Istituto San Raffaele Giglio che gestisce l’ospedale della cittadina siciliana.

cancro al seno truffa sulla ricerca

Sono coinvolti nell’indagine nomi importanti, come: Ferruccio Fazio, già ministro della salute nel Governo Berlusconi e il suo successore nella carica di legale rappresentante del Lato, Emilio Scala, assieme alla responsabile di ricerca e formazione Maria Cristina Messa. Secondo la Guardia di Finanza, la contestata truffa sarebbe avvenuta proprio attorno alla ricerca ed alla formazione.

Il Pubblico ministero, Claudia Bevilacqua, accusa la società consortile di avere aumentato in maniera fraudolenta i costi di un progetto di ricerca finanziato con i fondi del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Il progetto sotto i riflettori sarebbe quello inerente lo studio del tumore della mammella. Per l’accusa della Procura, la Lato, come beneficiaria dei finanziamenti di ben 21 milioni di euro, di cui 12 già elargiti, viene chiamata a rispondere di illecito amministrativo per la presunta truffa ai danni dello Stato.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

ultime notizie mercato milan

Mercato Milan, Mario Balotelli proposto all’Arsenal: 15 milioni e Campbell

video hard minorenni indagine ravenna

Ravenna, sesso e droga tra minori: indagati in 43 per video hard e spaccio