in

Sigarette light: sono più pericolose di quelle normali, secondo uno studio scientifico

Le sigarette light non sarebbero meno dannose di quelle normali. Al contrario, avrebbero contribuito, negli anni, ad aumentare i casi di tumore al polmone, uno dei più comuni, nonostante il numero di fumatori sia notevolmente diminuito negli ultimi decenni. A confermarlo sarebbe un recente studio scientifico americano finanziato dal National Cancer Institute e dal Food and Drug Administration Center for Tobacco Products, pubblicato sulla rivista Journal of the National Cancer Institute.

A condurre la ricerca sono stati gli scienziati della Ohio State University, che si sono interrogati sul motivo per cui l’adenocarcinoma sia cresciuto in termini di numero di casi nonostante vi sia stata, negli ultimi decenni, un sensibile calo dei fumatori e una diminuzione dei casi di tumore al polmone nella popolazione. Vi è quindi un’associazione tra questa neoplasia e il consumo di sigarette light, un sospetto che gli scienziati monitoravano da tempo e che ora ha trovato conferma nello studio.

Nelle sigarette light, il filtro è circondato da fori, i quali consentirebbero di inalare meno fumo. Questi fori, in realtà, favoriscono la combustione lenta e la diminuzione della temperatura, due fattori che spingono il fumatore a inalare il prodotto in maniera molto più intensa. Le sostanze chimiche, quindi, riescono a penetrare più in profondità nei polmoni. Come ha spiegato l’autore dello studio, Peter Shields: “I nostri dati suggeriscono una chiara relazione tra l’aggiunta di fori di ventilazione nelle sigarette e i tassi crescenti di adenocarcinoma del polmone visti nel corso degli ultimi 20 anni. Quello che è particolarmente preoccupante è che questi fori vengono ancora aggiunti a quasi tutte le sigarette che si fumano oggi“.

[dicitura-articoli-medicina]

news strage concerto ariana grande

Attentato Manchester news, un tweet ha anticipato la strage? Ecco la prova (FOTO)

Attentato Manchester news, i social invasi da foto e appelli per i dispersi: “Aiutateci, siamo disperati” (FOTO)