in ,

Silvia Quondam intervista esclusiva:”Sarà interessante scoprire gli aspetti più oscuri dei personaggi”

Lunedì 10 Ottobre andrà in onda l’ultima puntata de La Catturandi, amatissima fiction di Rai 1. In attesa di scoprire cosa accadrà UrbanPost ha intervistato in esclusiva Silvia Quondam, giovane e brillante attrice che interpreta Marina Toscano. Ecco cosa ci ha detto.

Come ti sei calata nel tuo personaggio, come ti sei approcciata al ruolo e a chi ti sei ispirata?
Il lavoro fatto sul personaggio di Marina Toscano è stato pensato, insieme al regista Fabrizio Costa, in una direzione di diversificazione dalla personalità del personaggio interpretato da Anita Caprioli, di cui io interpreto la sorella. Abbiamo pensato di portare una ventata di leggerezza nell’impegnativa vita di Palma, darle una sorella gioiosa e solare, che possa rappresentare un rifugio caldo e affettuoso nel quale evadere.

Come vedresti evolvere il tuo personaggio?
Credo in generale che sia interessante scoprire gli aspetti più oscuri dei personaggi, infondo anche Marina ha avuto un’infanzia difficile, come sua sorella, mi piacerebbe esplorare come è stato il suo tipo di vissuto; inoltre mi piacerebbe vederla in pericolo a causa del suo passato e del mestiere della sorella Palma.

Cosa pensi delle fiction che parlano di Mafia?
Penso si sia spesso corso il rischio di parlare dell’argomento in modo fin troppo edulcorato. Eppure negli ultimi anni noto una determinazione da parte di sceneggiatori e registi nel documentarsi molto di più e nel rimanere il più fedeli possibili alla “vita vera”. Credo sia un segnale positivo, non tanto perché il cinema e la televisione debbano riprodurre fedelmente la realtà, ma perché una maggiore conoscenza sull’argomento predispone il prodotto audiovisivo a non divenire una macchietta banalizzata della realtà strapiena di cliché.

Come ti sei trovata a lavorare con i tuoi colleghi?
Pur essendo stata poco sul set sono stata accolta ogni volta da un’ondata di positività e generosa accoglienza, che poi è uno dei punti di forza del nostro meraviglioso sud Italia.

Progetti futuri?
In questo momento sto portando in diversi teatri uno spettacolo che ho scritto, diretto e interpretato insieme ad altre due colleghe attrici performers dal titolo “Affetti Stretti”, il quale affronta un argomento abbastanza controverso e attuale, quello delle dipendenze affettive.

Quali ruoli ti piacerebbe interpretare ora? Con cosa vorresti metterti alla prova?
Ci sono tantissimi personaggi che vorrei interpretare, eroi e antieroi, sarebbe incredibile lavorare in qualche serie internazionale e vorrei nel frattempo continuare a mettermi sempre più alla prova con il teatro e la scrittura drammaturgia.

 

Crediti photo: Maria La Torre; dai sui scatti è stato formato il trittico presente come immagine in evidenza

Seguici sul nostro canale Telegram

Tara Gabrieletto fa gli auguri di compleanno al marito Cristian Gallella su Instagram

mostre roma ottobre 2016 digitalife

Mostre Roma Ottobre 2016: “Digitalife” apre al Macro Testaccio in occasione del Romaeuropa Festival