in ,

Silvio Berlusconi condannato a 3 anni di reclusione per compravendita senatori

Dopo oltre 6 ore di camera di consiglio, i giudici della I sezione penale del Tribunale di Napoli hanno espresso il verdetto che ha fatto calare il sipario sul processo di primo grado per la vicenda della presunta compravendita di senatori da parte di Silvio Berlusconi, che causò la caduta del Governo Prodi nel 2008. Silvio Berlusconi e Valter Lavitola, presunto intermediario della operazione illecita, accusati di concorso in corruzione, sono stati giudicati colpevoli e condannati entrambi a 3 anni di reclusione.

L’accusa imputava a Silvio Berlusconi di aver pagato 3 milioni di euro, tra il 2006 e il 2008, per ‘acquistare’ il voto parlamentare dell’allora senatore Sergio De Gregorio perché cambiasse schieramento politico, allo scopo di indebolire o far cadere – come poi avvenne – l’esecutivo guidato da Romano Prodi.

Durante la requisitoria la Procura aveva chiesto 5 anni per Silvio Berlusconi e 4 anni e 4 mesi per Valter Lavitola. I difensori del leader di Forza Italia, Coppi Longhi e Ghedini, avevano chiesto l’assoluzione. L’ex parlamentare De Gregorio, corrotto e reo confesso, ha invece già patteggiato la pena a 20 mesi di reclusione.

Roberta Bruzzone su caso Guerrina Piscaglia

Guerrina Piscaglia: padre Gratien confesserà? Il parere della Bruzzone

blake lively

Look da vip, Blake Likely dice addio al biondo storico