in ,

Sinai aereo caduto, Intelligence Usa conferma: “Valigia-bomba dell’Isis”

Dopo la decisione di sospendere tutti voli da Sharm el Sheikh da parte della Gran Bretagna, l’Irlanda fa altrettanto, “fino a nuovo ordine”, lo riferisce la Bbc online citando fonti anonime. Intanto l’Intelligence americana conferma: “A far cadere l’aereo russo nel Sinai è stata una valigia-bomba messa dall’Isis”. La svolta è arrivata nella serata di ieri, 4 novembre, dopo che l’ipotesi dell’attentato terroristico di matrice jihadista era stata paventata da Downing Street, l’ufficio del premier britannico, David Cameron.

Sembra ormai certo che l’Airbus A321 russo Metrojet precipitato sabato mattina sulle montagne del Sinai sia stato abbattuto dall’Isis, che nella sua seconda rivendicazione diffusa ieri via web afferma: “Siamo stati noi, non riveliamo come abbiamo fatto, lo faremo nel momento che riterremo opportuno”.

Continuano intanto le indagini sulle scatole nere del velivolo esploso, da cui sarebbe emerso che “L’esplosione è stata forte, si sono disattivati contemporaneamente tutti i motori, cosa che ha provocato l’incendio e la distruzione del velivolo”. Gli esperti spiegano tuttavia che le cause certe dell’esplosione si potranno capire solo dopo l’analisi dei frammenti rinvenuti sui corpi delle vittime.

fiorentina europa league probabili formazioni

Lech Poznan – Fiorentina, Europa League: orario, diretta tv e streaming gratis, probabili formazioni

Parlamento europeo autisti

Concorso autisti di autobus 2015 a Modena: ecco come lavorare con SETA