in ,

Sinai aereo caduto news: satellite Usa rilevò lampo di calore da zona disastro

Un satellite americano dotato di telecamere all’infrarosso ha registrato un lampo di calore proveniente dalla zona del Sinai in cui sabato mattina l’Airbus A321 della compagnia russa Metrojet è precipitato. Un lampo di calore che per i tecnici Usa già al lavoro per analizzare i dati, potrebbe essere stato causato da diversi fattori. Al vaglio la possibilità di un missile che abbia abbattuto l’aereo, ma anche l’esplosione di un ordigno a bordo o ancora un problema strutturale che può aver causato un incendio.

Proprio dallo studio di quei dati potrebbe arrivare la spiegazione della causa che ha provocato il terribile disastro aereo nel Sinai e la morte di tutti i 224 passeggeri a bordo. I servizi segreti americani e funzionari militari sono dunque al lavoro per capire se il lampo si sia verificato a mezz’aria o sul terreno. Come riporta la Cnn citata da TGCom 24, “Il numero dei lampi di calore è fondamentale: se ne è stato rilevato uno solo , questo in qualche modo potrebbe allontanare l’ipotesi del lancio di un missile e portare all’idea di un’esplosione a bordo dell’aereo”, queste le parole di Miles O’Brien, analista dell’aviazione Usa.

Intanto anche gli Stati Uniti hanno deciso di vietare il sorvolo della penisola del Sinai fino alla conclusione dell’inchiesta. Prova, questa, che l’ipotesi si sia trattato di un attentato terroristico resta ancora forte e concreta. La decisione è arrivata dall’ambasciata Usa al Cairo ed è stata confermata da una nota.

 

Il più grande pasticcere facebook

Programmi Tv oggi, martedì 3 Novembre: Il più grande pasticcere e I misteri di Laura

Erick Thohir cessione Inter

Inter, Thohir a cena da Berlusconi ad Arcore: storico vertice con il Milan