in

Sindrome metabolica: la frutta secca aiuta a prevenirla

La frutta secca aiuta a prevenire la sindrome metabolica, è un ottimo alleato della salute. Lo studio condotto presso il Clinical Nutrition and Risk Factor Modification Centre del St. Michael’s Hospital dal Dr. John Sievenpiper, ha testato i suoi benefici.

frutta secca noci mandorle

I livelli di grassi come i trigliceridi e di zuccheri nel sangue, possono essere diminuiti mangiando noci, mandorle, nocciole, pistacchi o altro tipo di frutta secca col guscio. Durante la sua ricerca il Dr. Sievenpiper ha confrontato i dati di oltre 2.000 pubblicazioni con 49 studi randomizzati, condotti su circa 2.000 volontari. I volontari erano suddivisi in due gruppi, ad uno è stato chiesto di integrare la propria alimentazione con un quantitativo compreso tra i 30 e i 50 grammi di frutta secca al giorno, all’altro di seguire una dieta sprovvista di tali integrazioni. Chi consumava noci e mandorle ha ottenuto migliori risultati nei due fattori che portano alla sindrome metabolica.

Sievenpiper ha suggerito la modalità migliore di integrazione: “Cinquanta grammi di frutta secca possono essere integrate con facilità nella dieta come snack o come sostituti per i grassi di origine animale o i carboidrati raffinati.”

Perception ultimo episodio

Programmi tv stasera: SuperQuark, Perception, I love shopping, Indovina chi sposa mia figlia, Transporter – The Series e In Onda

frase razzista

Carlo Tavecchio, candidato presidente FIGC: “Vado avanti finchè verrò appoggiato”