in ,

Siracusa fermato 15enne: spingeva madre a prostituirsi per procure soldi per slot-machine

Siracusa, una storia di degrado e violenza vede protagonista un ragazzino di 15 anni, fermato dai carabinieri perché, stando a quanto emerso nelle ultime ore, avrebbe cercato di far prostituire la madre.

Un delirio, il suo, dettato dal vizio del gioco. La dipendenza dalle slot-machine lo aveva portato addirittura a picchiare la madre e spingerla a prostituirsi pur di procurare il denaro necessario per il gioco d’azzardo. Il minorenne, residente a Siracusa, è stato arrestato. A suo carico adesso pesano le accuse di maltrattamenti in famiglia e tentativo di estorsione.

Potrebbe interessarti anche —> Duplice omicidio nell’Oristanese: fratelli freddati a colpi di fucile

Nei suoi confronti è stato emesso un provvedimento di trasferimento immediato in comunità, su disposizione della Procura dei minori di Catania. Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, il 15enne avrebbe più volte percosso la madre, in alcuni episodi servendosi di una pietra e un ombrello, impedendole addirittura di uscire di casa. Il ragazzino avrebbe picchiato anche il fratello di 10 anni che voleva difendere la donna. Nonostante la madre in un episodio fosse riuscita a sfuggirgli e rifugiarsi in casa di amici, il 15enne l’avrebbe raggiunta, picchiata e minacciata anche in presenza di altre persone.

Al fermo del minore si è giunti dopo che la madre, disperata ed esasperata da tali soprusi e vassazioni, ha deciso di sporgere denuncia. La vittima è stata più volte picchiata e malmenata fin quando non ha deciso di sporgere denuncia.

Personale Ata 2018

Personale Ata 2017 terza fascia: come scegliere le scuole? (GUIDA)

omicidio pordenone news

Giosuè Ruotolo condannato all’ergastolo: la sua disperazione dopo la lettura della sentenza