in ,

Siracusa, giallo dei badanti scomparsi: si cercano i cadaveri di Alessandro e Luigi

Dopo due anni di indagini assidue e approfondite è ancora fitto il giallo di Alessandro Sabatino e Luigi Cerreto, i due badanti scomparsi da Siracusa l’11 maggio 2014. Assunti da Giampiero Riccioli presso la casa di famiglia a Siracusa, affinché si occupassero del suo anziano padre, i due giovani scomparvero nel nulla, misteriosamente, due giorni dopo avere segnalato i presunti maltrattamenti ed incurie di cui l’anziano sarebbe stato vittima.

A raccontarlo in studio da Giancarlo Magalli, nei giorni scorsi durante la trasmissione I Fatti Vostri, Nicola Sabatino, fratello di uno degli scomparsi, supportato dal suo legale, Daniele Scrofani“Mio fratello e Luigi chiamarono al telefono le rispettive famiglie per fare gli auguri per la festa della mamma, ma dal giorno successivo il suo telefono risultò sempre spento, non ebbe più nessun contatto con noi” – queste le parole di Nicola – “All’inizio pensavamo che non volesse più sentirci, poi abbiamo capito che non si era trattato di un allontanamento volontario e abbiamo fatto la denuncia di scomparsa”.

A corroborare la testi dell’omicidio, il fatto che dalle mappe dei tabulati telefonici è emerso che i telefoni dei badanti non si sarebbero mai allontanati dall’area in cui i due abitavano e lavoravano. Ciò avrebbe indotto gli inquirenti a ritenere concreta l’ipotesi che i due ragazzi siano morti, e ad avviare dunque la ricerca dei loro cadaveri. Lo ha confermato anche l’avvocato Daniele Scrofani durante la trasmissione: “A questa ipotesi ci si arriva a livello deduttivo. In questo momento siamo nella fase della ricerca dei ragazzi, l’uso dei telefonini si interrompe in quell’area, poi più nessun contatto con amici, parenti, né alcun utilizzo di carte di credito”. Per la scomparsa di Alessandro Sabatino e Luigi Cerreto c’è un indagato dalla Procura di Siracusa: il figlio della persona anziana per la quale loro lavoravano, a Siracusa. L’uomo è accusato di duplice omicidio aggravato e occultamento di cadavere.

L’avvocato Scrofani ha inoltre evidenziato un dettaglio importante della vicenda, che rafforza l’ipotesi investigativa del duplice omicidio: i badanti due giorni prima di sparire nel nulla “avevano denunciato ad una mia amica avvocatessa di Siracusa, che faceva l’amministratore di sostegno, le condizioni di degrado in cui l’anziano di cui si occupavano era costretto a vivere: una abitazione senza frigorifero, non gli venivano fornite e somministrate le medicine di cui necessitava …”, ed è molto probabile che siano stati uccisi per aver rivelato questi accadimenti.

Ricette dolci Detto Fatto

Detto Fatto ricette dolci: le più buone della settimana

Juventus Carpi streaming gratis

Juventus – Carpi dove vederla, orari, diretta tv e streaming gratis Serie A