in

Siracusa, incidente mortale: perde la vita un militare 41enne

Le strade di Siracusa si tingono ancora di rosso. Questa mattina, mercoledì 5 giugno 2019, è avvenuto un incidente morale all’ingresso sud di Siracusa, nei pressi del cimitero. La vittima è un militare che avrebbe compiuto 41 anni a luglio.

incidente siracusa

leggi anche: Genova Pegli, fuga di gas in galleria: un palazzo evacuato e strade chiuse

Le dinamiche dell’incidente

L’uomo si è scontrato con la sua moto contro un furgoncino ed è stato sbalzato oltre il guardrail. E’ morto nell’impatto. La vittima è Francesco Garofalo, di Floridia. Ancora da ricostruire la dinamica. Sull’asfalto decine di detriti che indicherebbero un impatto violentissimo. L’incidente è avvenuto intorno alle 8 di questa mattina. Le indagini sono condotte dalla Polizia municipale mentre la Procura di Siracusa, che ha aperto una inchiesta, ha disposto il sequestro dei mezzi coinvolti nell’incidente.

incidente siracusa

Problemi al traffico

Rallentamenti sulla strada a causa dell’incidente. Il traffico in entrata verso Siracusa è stato deviato sulla precaria via Ascari, all’altezza della prima grande rotatoria lungo la via per Floridia. Segnalato un forte rallentamento del traffico, intenso di suo su quelle arterie nelle ore calde della giornata. Chiuso anche lo svincolo autostradale, segnalate code anche sulla grande viabilità.

Purtroppo non è il primo incidente che si verifica nelle strade di Siracusa. Proprio a causa della continua frequenza di incidenti. Anche qualche giorno fa era stata una avviata una piccola rivoluzione della viabilità in zona piazza Maranci per cercare di risolvere il problema. A quanto pare però non è solo la zona piazza Maranci ad aver bisogno di una rivoluzione. Probabilmente va rivista un po’ tutta la viabilità delle strade di Siracusa, o va prestato più attenzione quando si guida. Le breaking news di UrbanPost

Nicolas Cage, «Sposo ubriaco alle nozze»: il matrimonio dura 4 giorni

Olanda, Noa Pothoven sceglie di morire a 17 anni: «la mia sofferenza è insopportabile»