in ,

Siria: ad Aleppo muore fotoreporter 17enne Molhem Barakat

Alle volte ci sono storie che non fanno notizia o alle quali vengono dedicate poche righe o relegate alle pagine di cronaca e talvolta persino ignorate. Nella polveriera siriana è passata pressoché inosservata la morte di un giovanissimo fotografo locale. Quest’ultimo, secondo quanto riferiscono gli attivisti, lavorava come freelance per l’Agenzia Reuters ed è stato ucciso mentre cercava di testimoniare con i suoi scatti i feroci combattimenti ad Aleppo. bandiere siriane2

Il 17enne Molhem Barakat è morto, lo scorso venerdì, mentre cercava di fare delle foto dei combattimento presso l’ospedale tra i ribelli e le forze lealista al Presidente Bashar al-Assad. Gli stessi ribelli sostengono che il Kindi Hospital si è trasformato nelle barricate delle forze governative. Barakat, oltre ad aver descritto il conflitto, aveva fatto numerose fotografie mostrando come vivono i siriani, nella città divisa e importante centro commerciale della Siria.

La guerra civile in Siria ha provocato, in due anni di conflitto dal 2011, la morte di oltre centomila persone e ha portato milioni di profughi a lasciare il loro Paese natale pe rifugiarsi nelle nazioni  limitrofi.  Sin dal maggio di quest’anno, Barakat ha inviato alla Reuters dozzine di fotografie, molte delle quali sono apparse sui giornali e rotocalchi in tutto il mondo.

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Joaquin Phoenix

Joaquin Phoenix potrebbe interpretare Lex Luthor in “Batman vs Superman”

Marco Verratti

Psg, Verratti: per lui niente Juventus (Video)