in ,

Siria: primi raid russi contro l’Isis, iniziati i bombardamenti

La Russia ha dato il via ai primi bombardamenti sulle postazioni militari dello Stato islamico nel territorio siriano, ne ha dato conferma l’agenzia Reuters citando come fonte funzionari dell’amministrazione Usa. Accolta dal Parlamento russo la richiesta del presidente Vladimir Putin, l’operazione militare anti-Isis, già intrapresa dalla Francia, vede ora impegnata anche la Russia, come sancito dalla collaborazione Mosca-Washington contro l’estremismo islamista in Siria delineata durante l’Assemblea Generale dell’Onu di due giorni fa.

Secondo le indiscrezioni, i primi bombardamenti hanno colpito posizioni strategiche Isis nella zona di Homs, a sud del paese. È inoltre trapelato che i russi avrebbero chiesto agli Usa di astenersi dal sorvolo dell’area, senza tuttavia comunicare quale sarebbe stato l’obiettivo che avrebbero colpito. Alti funzionari Usa hanno infatti riferito di essere stati informati dal Cremlino solo un’ora prima del bombardamento, criticando l’intervento militare in quanto la zona colpita non sarebbe sotto il controllo dello Stato islamico.

Intanto l’Osservatorio siriano per i diritti umani conta già le vittime: sarebbero infatti già 27 i civili uccisi nel raid russo, 6 dei quali bambini, cui vanno aggiunte le 30 vittime jihadiste dell’attacco aereo francese, tra le quali c’erano almeno 10 bambini soldato.

omicidi eligia ardita ultime news

Omicidio Eligia Ardita ultime news: il cognato sentito per 3 ore dagli inquirenti

Luka Jovic al Torino

Calciomercato Torino Ultimissime: Luka Jovic nel mirino di un club inglese