in

Siti e app per inviare foto e messaggi che si autodistruggono: immagini, e-mail, note e video

Siti e app per inviare foto e messaggi che si autodistruggono: nascondere dati già inviati

Quante volte è capitato di inviare un messaggio per sbaglio e di voler tornare indietro per risolvere il problema? Molto spesso capita, va ammesso. A questo proposito, i siti e le app per inviare foto e messaggi che si autodistruggono sono la soluzione. Va detto che, grazie agli ultimi aggiornamenti di Telegram, è possibile rimediare anche senza utilizzare servizi web specifici, ma semplicemente sfruttando le funzionalità dell’app di messaggistica istantanea. Infatti, è sufficiente cliccare sul messaggio da eliminare e scegliere l’opzione “Eliminare per me e …”. Si può cancellare il messaggio sia in una chat di gruppo che in una conversazione avvenuta con  una singola persona. Il team di WhatsApp sta studiando lo stesso meccanismo. Per cancellare i contenuti già inviati utilizzando un’applicazione, invece, gli utenti che utilizzano un dispositivo Apple con iOS possono usufruire di On/Off Photo: con l’app, è possibile inviare le foto a terzi con un qualunque servizio di messaggistica, da Messenger a WhatsApp e Telegram, ma al mittente del messaggio rimane comunque la possibilità di cancellare la foto attraverso On/Off Photo. Il destinario non potrà più visualizzare il contenuto.

SEGUICI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK: URBAN TECH 

Siti e app per inviare foto e messaggi che si autodistruggono: e-mail, note, chat

Entrando nello specifico delle foto, dei video, dei file e dei messaggi che si autodistruggono, invece, sono disponibili online diversi siti che permettono di inviare e-mail o note, facendo in modo che, dopo un lasso di tempo, il contenuto condiviso si autodistrugga.

Privnote: non è necessaria alcuna registrazione per accedere al servizio web che consente di generare un messaggio che si autodistrugge. Il mittente scrive la nota che corrisponde ad un link, da copiare ed incollare in un messaggio o in una e-mail. Quando il destinatario clicca sul link e visualizza il contenuto, il messaggio si autodistrugge.

Burn Note: come nel caso precedente, l’utente scriva un messaggio e poi condivide il link su internet attraverso le altre app di messaggistica o la propria e-mail. Una volta che il destinatario legge il messaggio, dopo 3 minuti quest’ultimo si autodistrugge.

Self Destructing Message: il funzionamento è lo stesso ma, in questo caso, è l’utente a stabilire quanto tempo trascorre prima che il messaggio si autodistrugga, considerando un minimo di 15 secondi ed un massimo di 5 minuti.

VautletMail: in questo caso si parla di e-mail, ma il procedimento è il medesimo. Inoltre, i messaggi inviati, non solo hanno una scadenza dopo la quale si autodistruggono, ma possono anche essere inviati con password, per massimizzare la tutela della privacy.

Confide: con l’app per iOS e Android è possibile inviare messaggi, foto, video e file che si autodistruggono una volta che il destinatario ha visualizzato il contenuto.

Siti e app per inviare foto e messaggi che si autodistruggono: video e “stories”, da Snapchat a WhatsApp

Sulla scia del principio che si pone alla base di Snapchat, Mark Zuckerberg ha scelto di estendere anche agli utenti degli altri social più utilizzati, quindi Instagram, Facebook ed anche WhatsApp, la possibilità di creare video che si autodistruggono dopo un determinato lasso di tempo. Dapprima, la funzionalità è stata introdotta con l’aggiornamento di Instagram. Si tratta di Instagram Stories, che ha conquistato il pubblico dell’app, felice di vedere la stessa funzionalità anche su Facebook ed ora persino su WhatsApp. Chi ha aggiornato l’app di messaggistica istantanea, infatti, non trova il classico stato composto da una serie di caratteri, che si tratti di parole, numeri o punteggiatura. Su WhatsApp, lo stato è ora un video che si autodistrugge. Come su Facebook ed Instagram, è inoltre possibile creare delle “stories” da condividere con i propri contatti.

Image credit: Pexels/Pixabay

milano fashion week 2017, milano fashion week 2017 sfilate, milano fashion week 2017 febbraio, sfilate milano 2017, sfilata bottega veneta, sfilata missoni,

Milano Fashion Week 2017 sfilate: da Bottega Veneta a Missoni, l’originalità ripaga sempre [FOTO]

Diretta Juventus-Milan dove vedere in tv streaming gratis

Juventus 2-0 Empoli risultato finale: highlights e video gol