in

Slow Fish Genova 2015: orari, programma e ricette per riscoprire il gusto del pesce sostenibile

Come deve essere il pesce? Buono, pulito e giusto. È questo il motto di “Slow Fish”, il grande Salone del pesce sostenibile che dal 14 al 17 maggio 2015 torna a proporre a Genova un ricco programma di eventi e di momenti di riflessione per parlare di tutela dei mari e riscoprire il piacere del cibo sano.

Per l’occasione il Porto Antico di piazza Caricamento si trasformerà in una grande agorà pronta ad accogliere chef, pescatori, artigiani, ricercatori e scienziati, accomunati dalla voglia di far conoscere ai partecipanti il modo più giusto e sostenibile di consumare il pesce. Che cosa prevede il programma messo in piedi da Slow Food, organizzatore della kermesse? Tantissimi gli eventi in cui mettersi alla prova: si va dai sorprendenti laboratori del gusto alle lezioni di cucina, fino ad arrivare agli appuntamenti “Master of Food” dove apprendere tecniche culinarie infallibili. La rassegna comprende anche ben quattordici momenti di incontro dove rappresentanti della comunità scientifica, cuochi, autorità e cittadinanza si confronteranno sulle grandi sfide del consumo consapevole e del rispetto del mare, soffermandosi a riflettere – solo per citare alcuni temi – ora sulle pratiche illegali della pesca ora sull’ambivalenza delle aree marine protette, fino ad accendere i riflettori sulle opportunità della cooperazione tra comunità costiere e sulla Carta europea per il Turismo sostenibile.

I buongustai non temano: tra un laboratorio e una conferenza, ci sarà senz’altro il tempo per consumare qualche prelibatezza a base di pesce. Un assaggio delle ricette che saranno proposte durante le lezioni di cucina? Artur Martinez, stella Michelin proveniente da Barcellona, ripropone le sue tapas marinare catalane, mentre Pierre Giannetti del ristorante Le Grain de Sel di Marsiglia rivisita una gustosa bouillabaisse. Gli chef di casa nostra non vogliono essere da meno e si sfidano a colpi di finger food (come quelli di Luca Collami del ristorante genovese Baldin) e di brodetto alla termolese (proposto da Antonio Terzano dell’Osteria Dentro le Mura di Termoli). Le buone forchette diano un’occhiata anche agli appuntamenti a tavola, dove riscoprire il piacere del pescato territoriale attraverso ricette che rispettano il mare e la tradizione culinaria regionale.

Vi abbiamo convinto a partecipare? Il Salone di Slow Fish osserverà questi orari di apertura al pubblico: da giovedì a sabato dalle 11 alle 23, la domenica dalle 11 alle 19. Se avete voglia di visitare il mercato di Slow Fish, annotatevi anche questi orari: da giovedì a sabato dalle 10 alle 22, domenica dalle 10 alle 18. L’enoteca, infine, rimarrà aperta giovedì dalle 13 alle 23, venerdì e sabato dalle 12 alle 23 e domenica dalle 12 fino alle 21.

Ultimo consiglio: affrettatevi ad aggiudicare una camera last minute nelle vicinanze di Genova e scoprite altri itinerari del gusto su UrbanPost Viaggi.

Image Credit: ShutterstockProcess of cooking Dorado fish with lemon, olive oil and herbs

Mauro Marin aggredito

Mauro Marin mostra il volto tumefatto a Pomeriggio 5: “So chi mi ha aggredito”

Tassista violentata a Roma ultime news

Tassista violentata a Roma: il pm convalida l’arresto dello stupratore