in

Smettere di fumare, arriva la stimolazione magnetica

Nuove frontiere si aprono per i fumatori. Dopo l’avvento della sigaretta elettronica che sta spopolando e raccogliendo schiere di proseliti arriva una nuova notizia che permetterà (probabilmente) di smettere con le sigarette senza dover ricorrere a nessuno “surrogato elettronico”.

Sono state infatti scoperte le “zone” del cervello dove nascono i meccanismi chimici che scatenano la voglia di nicotina. Sembra che attraverso la manipolazione delle attività delle suddette aree con la stimolazione magnetica transcranica (TMS), sia possibile allontanare il desiderio.

È quanto spiegato dal neurologo italiano Antonio Strafella della McGill University, uno degli autori dello studio pubblicato su PNAS. “Da qui” ha fatto sapere Strafella, “l’idea di inattivare quella parte del cervello con la stimolazione magnetica, riducendo in questo modo il desiderio anche quando abbiamo una sigaretta a portata di mano”.

Come Mantenere la Massa Muscolare

Morto Lucio Mastroberardino, il presidente dell’Unione Italiana Vini