in ,

Social network: ecco il vademecum del Garante per passare un’estate sicura

Il vademecum del Garante della privacy per evitare imbrogli e violazione dei dati personali è molto chiaro: non postare le foto delle vacanze su Facebook, non aprire le offerte di viaggi last minute che arrivano nella posta elettronica, attenzione alle connessioni wi-fi e alle app portatrici di virus. Infine meglio disattivare anche le opzioni di geolocalizzazione.

facebook farsi autorizzare dai soggetti ritratti nelle foto pubblicate

La moda dei selfie è molto sconsigliata per permettersi un’estate sicura. Prima della pubblicazione sui social, è bene accertarsi sempre che tutti i soggetti ritratti nelle foto delle vacanze siano d’accordo, giusto per evitare di rovinare amicizie o semplici rapporti d’ombrellone. Per chi è alla ricerca di un viaggio last minute, c’è la fondata possibilità di cliccare su informazioni che potrebbero veicolare virus. Mentre chi non vuol far sapere dove si trova, farebbe bene a disattivare le opzioni di geolocalizzazione e  lasciare social network che dicono a tutti il posto dove si è in un dato momento.

Altra raccomandazione riguarda il mondo delle app, in particolar modo gli utenti degli Android corrono il rischio di vedersi infettato il proprio terminale da codici maligni. Si potrebbero evitare questi inconvenienti installando antivirus per smartphone. Infine in tempi di ristrettezze economiche le connessioni wi-fi libere, secondo il Garante, potrebbero consentire a qualcuno di rubare le nostre credenziali mentre guardiamo, ad esempio, il conto bancario. Per cui “Niente home banking dal wi-fi pubblico”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

laurea insegna a rimorchiare a secondo del titolo conseguito

Scuola: matematica e inglese le materie più difficili, nascono iniziative per affrontarle

Dormire meno per contrastare la depressione